Castelluccio torna in libertà: revocati i domiciliari

Resta ancora il divieto di dimora nella città di Matera
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

POTENZA – Il gip di Matera, nella giornata di ieri, ha revocato i domiciliari per il consigliere regionale Paolo Castelluccio che resta pero’ sottoposto al divieto di dimora nella citta’ di Matera. Il politico, attualmente sospeso dall’attivita’ di consigliere regionale della Basilicata, non e’ piu’ vicepresidente del Consiglio regionale in seguito all’elezione, avvenuta lo scorso lunedi’, del nuovo Ufficio di presidenza dell’Assemblea della Regione Basilicata. Il Gip ha quindi revocato la misura del carcere domiciliare per il politico – imprenditore del Metapontino disponendo pero’ il divieto di dimora nella citta’ di Matera.
Castelluccio, 59 anni, fu arrestato lo scorso 24 marzo con l’accusa di stalking e tentata violenza nei confronti di una donna con la quale aveva avuto una relazione sentimentale. Dopo qualche giorno di carcere, lo stesso Castelluccio fu trasferito agli arresti domiciliari nella propria abitazione di Policoro in provincia di Matera. Il consigliere regionale, eletto nel 2013 nelle liste del Pdl e recentemente passato da Forza Italia a Noi con l’Italia, e’ indagato per atti persecutori, violenza privata e porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»