Governo, De Micheli: “Su pandemia e Alitalia vedo positiva continuità”

PAOLA DE MICHELI
Intervista alla deputata del Pd ed ex ministra dei Trasporti e Infrastrutture
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Mi stupisco dello stupore di chi immaginava che sul fronte pandemico ci potessero essere scelte grandemente diverse da prima, sul resto il governo sta prendendo in mano dossier molto importanti”. Così la deputata del Pd, ed ex ministra dei Trasporti e Infrastrutture, Paola De Micheli, intervistata dalla ‘Dire’, fa un primo bilancio del nuovo esecutivo.

Premesso che “quando si cambia governo c’è un tempo tecnico, una presa di conoscenza dei singoli ministri sui dossier”, sul tema della lotta al Covid, osserva, “è ovvio che il presidente del consiglio e i ministri più coinvolti abbiano l’esigenza di procedere con attenzione e prudenza“. De Micheli sottolinea che “nella precedente maggioranza era chiaro che la priorità assoluta era quella della salute, ora in maggioranza si scaricano richieste di attenzione nei confronti dell’Economia, ma- avverte- con l’aumento della diffusione molto elevata del virus e l’incidere di queste varianti, l’esigenza che sta emergendo è quella della continuità rispetto a quello che è stato fatto in passato”. Rispetto agli altri capitoli c’è “un’accelerazione su quanto avevamo iniziato su Alitalia e vedo che ci sono molti dossier su cui il governo ha deciso di dare continuità. E questa è una decisione, perché vuol dire che il livello di approfondimento è arrivato a riconoscere che ci vuole continuità. Io credo- conclude la parlamentare dem- che nessuno ha la bacchetta magica, il governo va sostenuto dal Parlamento e anche i governatori devono avere la consapevolezza di evitare errori che nell’estate sono stati fatti“.

LEGGI ANCHE: De Micheli: “Donne, basta ritrosia: nel Pd aprire un conflitto produttivo”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»