L’Anci risponde ai parlamentari: vaccini prima ai sindaci? No, grazie

Antonio Decaro
Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente dell’Anci, ringrazia per l’odg approvato alla Camera sull'opportunità di inserire i sindaci tra i primi a ricevere l'immunizzazione, ma "ci sono tante categorie di lavoratori esposti e fragili"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Alcuni parlamentari, con un ordine del giorno approvato alla Camera, chiedono di inserire i sindaci tra le categorie ammesse prioritariamente alla vaccinazione in qualità di autorità sanitarie locali. Li ringraziamo, ma ci sono tante categorie di lavoratori esposti e fragili, che dovrebbero essere vaccinati prima di noi. Noi sindaci aspetteremo il nostro turno”. È quanto afferma Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente dell’Anci in merito all’odg approvato oggi alla Camera dei deputati che ‘impegna il Governo a valutare l’opportunità di inserire i sindaci, in qualità di autorità sanitarie locali, tra le categorie ammesse prioritariamente alla vaccinazione anti Sars-CoV-2/Covid-19 dal nuovo Piano vaccinale’.

LEGGI ANCHE: La Danimarca sospende vaccino AstraZeneca: è il sesto paese europeo a farlo

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»