Tre arresti per il naufragio del peschereccio ‘Nuova Iside’

Per l'affondamento avvenuto al largo della costa nord occidentale della Sicilia sono finiti in carcere il Comandante e il terzo ufficiale di coperta e ai domiciliaril l'armatore della motonave 'Vulcanello'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Le indagini sull’affondamento del peschereccio ‘Nuova Iside’, avvenuto la sera del 12 maggio al largo della costa nord occidentale della Sicilia, hanno portato a tre arresti: in carcere sono finiti il Comandante e il terzo ufficiale di coperta della motonave ‘Vulcanello, C.G. e C.G., di 46 e 27 anni, rinchiusi negli istituti di pena di Poggioreale e Locri, mentre ai domiciliari è finito l’armatore, B.R., di 75 anni. Gli arresti, decisi dal gip del tribunale di Palermo, sono stati eseguiti dalla guardia costiera del capoluogo siciliano. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»