L’infettivologo Bassetti: “Io ministro della Salute? Sarebbe un onore”

MATTEO_BASSETTI
Il responsabile della clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova dice di non aver ricevuto la chiamata, ma in caso non direbbe di no a Draghi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Quando ti chiama uno come Draghi non si può mai dire di no, sarebbe un onore servire il mio Paese, ma non ho ricevuto nessuna chiamata”. A parlare, ospite di ‘Un Giorno da Pecora’, su Rai Radio1, è il virologo Matteo Bassetti.

Come vedrebbe Andrea Crisanti o Ilaria Capua a fare il ministro della Salute? “Mi faccia un’altra domanda”. La riaperture delle piste da sci “non mi sembrano un grande problema, al limite bisogna fare attenzione alle file per gli skilift e le baite. Si dovrebbero limitare gli accessi, acquistando ad esempio i biglietti online per avere numeri certi. Le riaperture delle Regioni – termina il medico – mantenendo le misure che abbiamo, non mi sembrano un grande problema. Fortunatamente ogni giorno da noi stiamo assistendo ad una lenta discesa nei contagi”.

LEGGI ANCHE: Bassetti difende il vaccino Astrazeneca: “È ottimo, mi rivaccinerei con quello”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»