VIDEO | Sardine, Santori contestato per l’incontro con i Benetton: “A belli capelli…”

Incontro tra le sardine e il ministro per il Sud Provenzano, Santori critica il M5s: "Strumentale manifestazione contro i vitalizi"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Contestazione per le sardine al termine dell’incontro con il ministro per il sud Peppe Provenzano, davanti alla sede del governo di Largo Chigi.

Roberto Berardi, ex lavoratore delle autostrade e militante di destra, ha affrontato a brutto muso il leader delle sardine Mattia Santori contestandogli, in romanesco verace, l’incontro con Luciano Benetton e Oliviero Toscani.

“Vi dovete vergognare, gli appalti delle autostrade sono tutti truccati”, ha detto Berardi puntando il dito contro Santori, apostrofato tra l’altro a piu’ riprese come “a belli capelli”.

Santori, meravigliato piu’ che spaventato, ha tratto dall’espisodio una personale conclusione sulla difficolta’ del fare politica. “Ragazzi, ma che vita di merda che fanno i politici“, ha detto ai giornalisti, mentre il disturbatore imperversava.

SANTORI: “TROVO STRUMENTALE MANIFESTAZIONE M5S CONTRO VITALIZI”

“Nel momento in cui il dl sicurezza ha smantellato tutta una serie di servizi di integrazione, il M5s torna a occuparsi di vitalizi: non credo che abbia seguito l’attualità dell’agenda di governo“. Lo dice Mattia Santori, leader delle Sardine, ai giornalisti che gli chiedono della manifestazione di sabato dei M5s. “Lo trovo strumentale, molto strumentale”, ha detto Santori.

A proposito dell’incontro con il ministro del Sud Peppe Provenzano Santori ha spiegato che “e’ stato un ottimo incontro. E’ bello incontrare i ministri che partono da una formazione analitica, si percepisce questa competenza, contornato da tanto umanesimo. Si parla di dati, di fatti, ma inseriti in un contesto culturale e umano molto vicino a noi. Noi abbiamo ascoltato, tra poco sarà pronto il piano per il Sud, eravamo curiosi di vederlo, abbiamo portato un po’ di punti, abbiamo condiviso un po’ di aspetti”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

11 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»