fbpx

Tg Politico, edizione del 11 febbraio 2020

SCONTRO SU PRESCRIZIONE, ZINGARETTI ATTACCA RENZI

E’ tutti contro tutti nella maggioranza sulla riforma della prescrizione. Se tra Cinque Stelle e Italia Viva c’era stato un riavvicinamento, con l’addio al lodo Conte bis, oggi è Nicola Zingaretti ad attaccare Matteo Renzi. “Il suo è un insopportabile teatrino- dice il segretario del Pd- sta facendo un favore a Salvini. Complimenti”. Renzi apprezza la frenata del governo e parla di “buon senso”, mentre i grillini si stringono appellano alla “determinazione e ostinazione” di Alfonso Bonafede: “Indietro non si torna”, giurano.

ISTAT: SEMPRE MENO NASCITE

Ogni 100 residenti che muoiono ci sono 67 neonati. E’ il livello più basso dal 1918. Solo dieci anni fa le nascite erano 96 a fronte di 100 decessi. Oggi si registra il più basso livello di ricambio naturale mai espresso dal Paese dal 1918. Lo rileva l’Istat nel rapporto sugli indicatori demografici del 2019. Nonostante l’ennesimo record negativo di nascite, la fecondita’ rimane costante al livello espresso nel 2018, ossia 1,29 figli per donna. L’eta’ media al parto ha toccato i 32 anni mentre la fecondita’ espressa dalle donne 35-39enni ha superato quella delle 25-29enni.

GREEN NEW DEAL, MORASSUT: ORA PASSI AVANTI CONCRETI

Per l’attuazione del Green new Deal servono novità legislative, investimenti e misure fiscali. Roberto Morassut, sottosegretario all’Ambiente, intervenendo a un convegno della Cgil, indica l’urgenza di “passi avanti concreti. I prossimi mesi sono decisivi e il governo con il collegato ambiente vuole produrre nuove norme strutturali”. Il leader della Cgil Maurizio Landini concorda sulla necessità di una rivoluzione che metta al centro la sostenibilità ambientale e sociale.

MINISTERO DEL MADE IN ITALY, ECCO PROPOSTA BIPARTISAN

Istituire un ministero del made in Italy in grado di supportare, tutelare e promuovere le eccellenze nazionali, le piccole, medie e microimprese che rappresentano la spina dorsale dell’economia italiana. Lo chiede una proposta di legge bipartisan, promossa dalla confederazione Aepi, l’Associazione europea dei professionisti e delle imprese) presentata oggi a Montecitorio. Tra i firmatari c’è Mariastella Gelmini, di Forza Italia: “Agiamo in fretta- dice- per difendere la nostra economia”.

PRO LOCO, PROPOSTA DI LEGGE PER SOSTENERLE

Nel 2018 le Pro loco hanno organizzato 20mila tra sagre e fiere che a fronte di una spesa complessiva di 700 milioni di euro hanno generato un valore economico e sociale da 2,1 miliardi di euro. Per semplificare gli adempimenti necessari, alleggerendo le incombenze delle Pro loco, arriva un ddl siglato da tutti i gruppi del Senato. Primo firmatario e promotore dell’iniziativa Antonio De Poli, senatore Udc, Questore anziano a Palazzo Madama. “Lo hanno firmato tutti i gruppi, io sono il primo firmatario- spiega- ma non conta, e’ aperto a tutti coloro che vogliano aggiungersi”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

11 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»