In Emilia-Romagna Schlein e Felicori assessori, e Elly anche vice di Bonaccini

Le indiscrezioni circolate già dal giorno dopo la vittoria di Bonaccini. Ora i due hanno ufficialmente accettato l'incarico
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Elly Schlein, ex europarlamentare e regina di preferenze a sinistra alle ultime regionali, e Mauro Felicori, già direttore della Reggia di Caserta, saranno assessori nella giunta del Bonaccini bis. Non solo: Schlein sarà anche la vicepresidente. Entrambi hanno accettato l’incarico proposto dallo stesso governatore ed è Stefano Bonaccini in persona ad annunciarlo sistemando così altre due caselle della sua squadra. Salgono così a tre gli assessori in pectore, dopo il ‘sì’ di Vincenzo Colla (Cgil), e per Schlein e Felicori si tratta di conferme delle indiscrezioni circolate fin dal giorno dopo della vittoria di Bonaccini.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Bonaccini-bis, Giunta entro un mese

“Entrambi hanno accettato con entusiasmo mettendo le proprie competenze al servizio della Regione e del nostro progetto di governo. Di questo li ringrazio”, afferma il rieletto presidente della Regione. Schlein, ricorda Bonaccini, “ha ottenuto un risultato personale particolarmente significativo, guidando le liste di Emilia-Romagna Coraggiosa, ben interpretando la necessità di coniugare in modo nuovo e ancor più incisivo la lotta alle diseguaglianze che segnano la nostra società e la transizione ecologica. Il suo impegno su entrambi i fronti, al pari della sua consolidata esperienza europea, ne fanno un punto di forza anche per le future relazioni in ambito comunitario per una Regione aperta e pienamente europea come l’Emilia-Romagna”.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Scontro Schlein-Salvini: lui guarda il cellulare per 80 secondi e poi se ne va

Queste valutazioni hanno spinto Bonaccini a proporle un ruolo nella sua nuova giunta “nell’ambito delle politiche di welfare e nel coordinamento di un nuovo Patto per il clima”. Le sue deleghe (definite “innovative anche sul piano delle funzioni di raccordo dell’iniziativa della Giunta”) comunque si definiranno nell’equilibrio con quelle dei suoi colleghi di giunta. Bonaccini anticipa già, ad esempio, che se a Schlein toccherà occuparsi di clima, è intenzione del presidente “individuare” un assessore all’Ambiente.

Anche il risultato personale di Mauro Felicori è stato per Bonaccini “particolarmente significativo nell’ambito dell’iniziativa da me promossa di una lista civica del presidente: premia la scelta fatta di aver aperto la nostra alleanza a personalità riconosciute della società civile. Nella sua affermazione vedo sia il riconoscimento della sua rilevante esperienza professionale nell’ambito culturale, sia uno sprone a proseguire nella scelta strategica di rafforzare e qualificare le politiche culturali dell’Emilia-Romagna”. Chiaro quindi il ‘perimetro’ del suo mandato nell’esecutivo.

“Ho inteso annunciare l’ingresso in Giunta di Schlein e Felicori e indicare l’ambito dei rispettivi, futuri impegni per sottolineare, come nel caso di Vincenzo Colla per lo sviluppo economico e il lavoro, alcuni fra gli assi prioritari su cui si concentrerà l’iniziativa della nuova Giunta, anche avvalendoci di figure che fino ad oggi non avevano fatto parte del governo regionale”, rimarca infine Bonaccini.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

11 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»