Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Aperta la camera ardente di Lina Wertmüller in Campidoglio

lina_wertmuller
Dietro la bara scoperta scorrono le immagini di un documentario che racconta la figura della prima regista donna candidata all'Oscar
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Si è aperta in Campidoglio la camera ardente, allestita nella sala della Protomoteca, per dare l’ultimo saluto a Lina Wertmuller, la regista romana scomparsa ieri a 93 anni. Dietro la bara scoperta scorrono le immagini di un documentario che racconta la figura della prima regista donna candidata all’Oscar, che poi ricevette nel 2020 come premio alla carriera.

Il ministro della Cultura, Dario Franceschini, è stato tra i primi giunti in Campidoglio per renderle omaggio. “Una grande donna, una grande regista che ha fatto amare il cinema italiano nel mondo. Le vite di tutti noi sono state segnate dai ricordi indelebili dei suoi film” ha dichiarato il ministro.

LEGGI ANCHE: È morta Lina Wertmüller, prima donna ad essere candidata all’Oscar per la regia

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»