Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Pediatria, edizione del 10 dicembre 2020

È online l'edizione settimanale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

– COVID, SIP: C’È LEGAME CON MIS-C, PRESENTE IN 75% POSITIVI

“Esiste una correlazione tra Sars-Cov-2 e sindrome multi-infiammatoria sistemica, la cosiddetta MIS-C”. A metterlo in evidenza è un lavoro multicentrico italiano promosso dalla Sip. Lo studio ha coinvolto circa 200 pediatri con l’obiettivo di raccogliere tutti i casi di malattia di Kawasaki e quelli di malattia multi-infiammatoria sistemica registrati sul territorio nazionale durante la prima ondata epidemica, dall’1 febbraio al 31 maggio 2020. A parlarne è Angelo Ravelli, direttore della Clinica pediatrica e reumatologia dell’Istituto Gaslini di Genova e segretario del ‘Gruppo di studio di reumatologia’ della Sip.

– COVID, SITIP: SOLO 8% BIMBI VETTORI VIRUS, STUDI LO DIMOSTRANO

“Un’ampia analisi di molti studi scientifici conclude che i bambini raramente sono i ‘carrier’ di Covid: si parla di un 8%. Per fare un confronto basti pensare che nell’epidemia di influenza aviaria H5N1 i bambini avevano, invece, portato l’infezione in famiglia in circa il 50% dei casi”. A dirlo è Guido Castelli Gattinara, presidente della Sitip e pediatra infettivologo presso l’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma.

– COVID, PRINCIPI (UNIMI): RICERCA VACCINI HA DIMENTICATO BAMBINI

“Lo sviluppo dei vaccini da Sars-Cov-2 ha completamente dimenticato i bambini e non li ha inseriti tra i soggetti ai quali possano essere somministrati in via prioritaria”. Diverse le motivazioni di questa scelta: “Le difficoltà di condurre le sperimentazioni cliniche in età pediatrica, lo scarso rilievo clinico dell’infezione da Sars-Cov-2 nei bambini e la loro bassa contagiosità”. Lo denuncia Nicola Principi, professore emerito di Pediatria generale e specialistica presso l’Università statale di Milano.

– COVID, SINP: OSSERVIAMO COMPLICANZE NEUROLOGICHE IN BAMBINI COINVOLTI

“Stiamo osservando molte più complicanze neurologiche e molti più bambini coinvolti. Il Sars-CoV-2 non si comporta come tutti gli altri virus, ha un meccanismo di ingresso, diffusione e stabilizzazione nel sistema nervoso centrale che è molto diverso”. Lo dichiara Martino Ruggieri, professore ordinario di Pediatria generale e specialistica all’Università degli studi di Catania e membro della Sinp.

– CIBO, SIPPS: PROBLEMI MASTICAZIONE E ‘PICKY EATERS’ DISTURBI EMERGENTI

Problemi di masticazione e ‘picky eaters’, i mangiatori schizzinosi che dicono no a priori a moltissimi cibi. Eccoli i disturbi del comportamento alimentare in aumento, che stanno complicando la vita di molti bambini. “In Italia mancano ancora dati di incidenza precisi, ma negli Stati Uniti, in Inghilterra e in Francia le prevalenze variano dal 3 al 25% della popolazione pediatrica, ovvero riguardano fino a 1 bambino su 4. In questi casi sono gli adulti che devono indirizzare i figli e non il contrario”. Lo evidenzia Margherita Caroli, pediatra e nutrizionista Sipps, nel corso del 32esimo Congresso nazionale.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»