VIDEO | Napoli capitale della scherma 2020, a giugno gli Assoluti italiani

La presentazione oggi al Comune di Napoli dei Campionati Olimpici, Paralimpici e Non Vedenti MD in programma dal 4 al 7 giugno al Palavesuvio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Presentiamo l’inizio di questo progetto che è il campionato italiano che parte da oggi con una serie di eventi”. Così Diego Occhiuzzi, presidente dell’associazione Milleculure che organizza la manifestazione, a margine della presentazione al Comune di Napoli dei Campionati italiani di scherma Olimpici, Paralimpici e Non Vedenti MD Napoli 2020, che si svolgeranno in città dal 4 al 7 giugno al PalaVesuvio.

Non solo gli Assoluti, ma molte altre iniziative nell’attesa dell’evento di giugno con ‘Napoli capitale della scherma 2020’. Ci sarà il raduno collegiale della nazionale italiana di spada, maschile e femminile, che in vista dei Giochi olimpici di Tokyo si allenerà nella sede del Club Scherma Partenopeo all’Istituto Martuscelli; poi una festa per celebrare i campioni campani saliti sul podio delle Olimpiadi; un flashmob in piazza del Plebiscito per far conoscere il mondo della scherma; la seconda edizione del trofeo Martuscelli riservato ai non vedenti e alcuni raduni paralimpici che, come sottolinea Occhiuzzi, “permetteranno a tutti di conoscere meglio Bebe Vio e gli altri atleti”.

Alla conferenza stampa in sala giunta hanno partecipato anche Ciro Borriello, assessore comunale allo Sport; Giorgio Scarso, presidente Federazione italiana scherma; Sergio Roncelli, presidente Coni Campania; Matteo Autuori, presidente Fis Campania; Patrizio Oliva, co-presidente dell’associazione Milleculure; Sandro Cuomo, commissario tecnico della nazionale italiana di spada; lo sciabolatore Luca Curatoli e Rossana Pasquino, che ha recentemente trionfato in Coppa del Mondo ad Amsterdam, nella sciabola femminile, categoria B. Presente anche il Sottocapo di Stato Maggiore della Difesa, Generale di Corpo d’Armata, Luigi Francesco De Leverano, Comandante Logistico dell’Esercito italiano e promotore del progetto ‘Fencing for Change’.

Tutto il programma di eventi dei primi sei mesi dell’anno “culminerà nel campionato italiano che sarà, come spesso succede a Napoli, qualcosa di diverso dal solito – conclude Occhiuzzi – dove si potranno conoscere anche altri sport e dove, ci auguriamo, gli spalti saranno sempre pieni“.

BORRIELLO: “I NOSTRI IMPIANTI PRONTI A OSPITARE EVENTI DI QUESTA PORTATA”

“Ormai i nostri impianti – dichiara Ciro Borriello, assessore comunale allo Sport – sono idonei per poter ospitare manifestazioni del genere. Il movimento di scherma campano e napoletano è molto forte per cui è importante ospitare qui la rassegna dopo una manifestazione come le Universiadi. Tutto questo ha valore anche per la nostra programmazione sportiva che prevede tantissime manifestazioni per la stagione 2020-21: partiamo con questa – conclude – ma ce ne saranno anche di judo, atletica leggera e altro”.

SCARSO: “NAPOLI PUNTO DI RIFERIMENTO DELLA SCHERMA ITALIANA”

Napoli è stata scelta perché “rappresenta un punto di riferimento della scherma italiana sia sotto l’aspetto tecnico che organizzativo e perché portiamo i campionati assoluti nelle capitali italiane dove risiedono atleti e società che sono all’avanguardia sia in campo nazionale che internazionale”. Lo dichiara nel corso della giornata Giorgio Scarso, presidente della Federazione Italiana Scherma.

Molti degli atleti che parteciperanno alla manifestazione – sottolinea – saranno dopo poco impegnati nei Giochi olimpici, e questo indica come questo appuntamento sia di grande rilievo dal punto di vista tecnico, importante dal punto di vista organizzativo e interessante dal punto di vista numerico”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»