hamburger menu

Firmato accordo sullo Spazio tra Stato Maggiore Difesa e ASI: insieme contro rischi e minacce

Alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Cavo Dragone e del Presidente dell’ASI, ing. Giorgio Saccoccia

Pubblicato:10-11-2022 19:05
Ultimo aggiornamento:10-11-2022 19:05
Canale: Mondo Hi-Tech
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Nella giornata odierna, alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Cavo Dragone, delegato per l’occasione dal Ministro della Difesa Guido Crosetto, e del Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), ing. Giorgio Saccoccia, è avvenuta la firma dell’Accordo Quadro tra il Ministero della Difesa e l’ASI, inerente alla collaborazione nell’ambito delle attività spaziali mediante la realizzazione di programmi e studi di comune interesse. Lo rende noto lo Stato Maggiore della Difesa in un comunicato.
La Difesa e l’ASI rappresentano gli attori istituzionali più rilevanti per lo sviluppo del settore spaziale nazionale. L’Accordo Quadro sottoscritto oggi- spiega la nota- tiene conto del mutato scenario normativo di riferimento e introduce nuove tematiche di cooperazione sulla ricerca ed innovazione tecnologica e su progetti e studi di interesse nazionale che possono essere sviluppati dalle due Amministrazioni. In particolare, la collaborazione tra il Ministero della Difesa e l’ASI prevede la realizzazione di corsi di formazione specialistica, di aggiornamento professionale nonché l’implementazione di programmi duali.
L’Accordo Quadro conferma quindi l’imprescindibile sinergia del settore spaziale, entro cui progettualità istituzionali possono essere sviluppate congiuntamente a beneficio della collettività. La costante evoluzione dei rischi e delle minacce nel settore spaziale richiede una forte partnership tra attori civili e militari nel ricercare soluzioni tecnologiche e operative utili a prevenire incidenti e interruzioni dei servizi.
La cooperazione con l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) costituisce da anni- conclude la nota stampa- uno dei riferimenti principali per l’attuazione della politica spaziale della Difesa che consente così di rafforzare questo rapporto biunivoco in settori tecnologici e capacitivi emergenti, come quello della Space Situational Awareness, e in diversi campi della ricerca scientifica.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-11-10T19:05:11+01:00