NEWS:

Roma, fiamme a Villa Massimo: distrutta l’ex casina dei pini

Il chiosco negli anni passati è stato protagonista di un lungo contenzioso tra il Comune di Roma e l’ex concessionario dell'area verde

Pubblicato:10-11-2022 08:49
Ultimo aggiornamento:10-11-2022 17:26

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – Ha preso fuoco nella notte l’ex casina dei pini di Villa Massimo, nei pressi di piazza Bologna a Roma, abbandonata e in disuso da diversi anni. Nessuna persona è rimasta coinvolta nel rogo, che ha causato alcuni danni a una palazzina a ridosso dell’area. L’incendio ha completamente distrutto il manufatto in legno grande tra i 300 e i 400 metri quadrati. Per domare le fiamme sono intervenute cinque squadre dei vigili del fuoco.

Il chiosco negli anni passati è stato protagonista di un lungo contenzioso tra il Comune di Roma e l’ex concessionario dell’area verde a causa di alcune strutture che non avrebbero rispettato i vincoli. (video della pagina facebook Comitato per la Difesa della Pineta di Villa Massimo)


DIACO-GAGLIASSI (M5S): INDIGNATI PER INCENDIO

“Siamo davvero addolorati ma soprattutto indignati per il vile incendio doloso che ha distrutto nella notte la ex Casina dei Pini di Villa Massimo, un luogo iconico e storico della zona intorno a piazza Bologna che come passata amministrazione avevamo già iniziato a riqualificare: il nostro intento era quello di avviare un processo consultivo con la cittadinanza per individuarne la migliore destinazione d’uso. Invece l’attuale amministrazione Gualtieri l’ha completamente abbandonata nel degrado e nell’incuria più totali, preda dei vandali che hanno distrutto un bene ricettivo preziosissimo sottraendolo così alla fruizione della cittadinanza. Va anche sottolineato come noi avevamo riaperto dopo tanti anni al pubblico la stessa Villa Massimo dove la casina sorgeva, costruendo un’area giochi per i bimbi che è un vero fiore all’occhiello per il quartiere. Questo è un giorno molto triste per tutti i cittadini romani. Vergogna, vergogna e ancora
vergogna”. Così in una nota congiunta il consigliere capitolino Daniele Diaco e la consigliera in II Municipio Elisabetta Gagliassi (M5S).

ITALIA VIVA: ORA BONIFICA E MESSA A BANDO LUOGO

“Non speculeremo politicamente su quanto accaduto a Villa Massimo. Anche se questa notte è stata inferta una ferita profonda al nostro territorio. In attesa che le autorità preposte accertino le cause del rogo, un sentito ringraziamento va intanto ai Vigili del Fuoco e alle forze dell’ordine e di polizia locale che si sono prodigate per mettere velocemente in sicurezza l’area”. Così Valerio Casini e Francesca Leoncini, consiglieri capitolini di Italia Viva e Marco Dolfi consigliere del II Municipio.
“Alle istituzioni spetta il compito di far guarire questa ferita, ricucendo nel tempo lo scollamento con i cittadini. Ma ciò che chiediamo nell’immediato al Municipio è di procedere rapidamente alla bonifica del luogo e predisporre in tempi brevi bandi e progetti per far ritornare quello spazio allo splendore che merita e che tutti i cittadini auspicano. Come Italia Viva e come forza politica del Comune di Roma e del Municipio II daremo il nostro contributo”, concludono i consiglieri.

FDI: SFIORATA TRAGEDIA, GIUNTA DEL BELLO E GUALTIERI IMMOBILI

“L’incendio che stanotte ha distrutto l’ex Casina dei Pini a Villa Massimo è la fotografia dell’incapacità dell’Amministrazione Del Bello che governa il Municipio II dal 2016”. Così i Consiglieri municipali Holljwer Paolo e Sandra Bertucci (Fratelli d’Italia) che spiegano: “Quello di Villa Massimo e della casina dei pini è un caso che denunciamo dal 2017, ovvero da quando per problemi burocratico-amministrativi fu chiusa tutta l’area, poi definita in parte abusiva da una sentenza del Tar e del Consiglio di Stato, sulla quale il Municipio e l’Amministrazione Capitolina sarebbero dovuti intervenire per risolvere una questione davanti alla quale, invece, non è stato fatto nulla. Questa notte si è rischiata la tragedia, un rogo che ha distrutto tutto e che avrebbe potuto propagarsi alle vicine palazzine. Ci aspettiamo degli interventi immediati di bonifica da parte dell’Amministrazione!”.

DEL BELLO: ORA NASCERA’ CAFFE’ LETTERARIO

“Questa notte, intorno alle 2, è andata a fuoco la Casina dei Pini. Fortunatamente non c’erano persone nei paraggi delle fiamme che hanno superato alcuni metri, mentre risultano danneggiate alcune auto. Ora sono in corso gli accertamenti delle autorità e il Municipio è stato nominato custode giudiziario dello spazio. Dalle prime ricostruzioni delle forze dell’ordine l’incendio sembrerebbe doloso ma bisognerà attendere i prossimi giorni per avere notizie certe. Da tempo ci stavamo occupando di quello spazio vincolato dalla Sovrintendenza dopo la riapertura di Villa Massimo. La struttura che è andata a fuoco, per lo più abusiva, sarebbe stata demolita dal Municipio a breve. Ed è già pronto il progetto per realizzare un piccolo caffè letterario in linea con le indicazioni della Sovrintendenza. Ora aspetteremo l’esito delle indagini per andare velocemente avanti con questo percorso e restituire dignità e bellezza ad uno spazio importante del nostro territorio”. Così in una nota la Presidente del Municipio Roma II
Francesca Del Bello.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy