Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

La comunicazione digitale centrale per Pnrr e ripresa. Il 16 novembre l’assemblea nazionale PA Social

assemblea nazionale pa social
Appuntamento dalle 9 alle 18 al Museo Maxxi, un’occasione per fare il punto guardando al futuro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Comunicatori, giornalisti, social media manager, enti pubblici, utilities e imprese si incontrano a Roma per l’Assemblea nazionale di PA Social. Torna anche nel 2021, e in presenza, l’Assemblea nazionale di PA Social, prima associazione italiana dedicata alla comunicazione e informazione digitale. Un momento di confronto annuale che nasce anche dalla necessità di analizzare quello che è stato fatto fino ad oggi pensando a quanta strada ancora c’è da fare. Palcoscenico sarà il Museo Maxxi, che martedì 16 novembre ospiterà i lavori assembleari per la seconda volta.

La giornata, divisa in due momenti, si occuperà dei tanti temi portati avanti dall’associazione in questi anni, come la legge 151, superamento della attuale legge 150 che regola le attività di comunicazione all’interno degli enti pubblici, con cui si vuole arrivare al riconoscimento anche delle nuove figure inserite nella pubblica amministrazione, già necessarie prima della pandemia e oggi non più prescindibili, e dei diritti di chi già opera in contesti pubblici. Spazio anche alla Fondazione Italia Digitale, luogo nuovo e innovativo nel panorama italiano, nato anche per supportare la discussione e lo sviluppo della cultura e delle policy digitali nel contesto dell’Italia che riparte. Presentata a settembre a Roma ha già in cantiere una serie di iniziative che verranno illustrate dal portavoce, Francesco Nicodemo, e che si svolgeranno già nelle prossime settimane.

Tra i progetti illustrati ricordiamo anche “SocializziAmo”, iniziativa no profit che ha visto la realizzazione di quattro decaloghi per altrettante fasce di età individuate fra i bambini e bambine di 6 anni e i ragazzi e ragazze di 14 anni e per i loro genitori. Spazio anche allo sport grazie alla presentazione della Nazionale Italiana Comunicazione Digitale, nuovo progetto che mette in campo il rapporto tra calcio, digitale, comunicazione, con la partecipazione e la collaborazione anche del Museo del Calcio di Coverciano. La mattinata si concluderà con le interviste a Stefano D’Orazio (Regional Director Italy Hootsuite), Nicola Tonveronachi (Amministratore delegato Centro Studi Enti Locali) e Pietro Biglia (Marketing manager L’Eco della Stampa) e la presentazione dei coordinamenti regionali e degli enti iscritti all’associazione. Si parlerà anche della cittadella della PA innovativa, prevista all’edizione 2022, dell’Earth Technology Expo e delle nuove opportunità offerte dal digitale legate anche a Meta, la nuova società di Zuckerberg. L’assemblea sarà l’occasione inoltre per un collegamento con l’Assemblea di Repubblica Digitale e per siglare l’adesione di PA Social al Manifesto Ventotene Digitale.

Nel primo pomeriggio in programma la presentazione del libro “L’Italia che comunica in digitale – Edizione 2021”, il libro dell’Osservatorio nazionale sulla comunicazione digitale, Edizioni Fahrenheit 451.

Nella seconda parte della giornata sarà la volta anche del laboratorio curato da Hootsuite e dei tavoli tematici: dal PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) alla sanità passando per università, scuola, cultura, turismo, coesione, ambiente e sostenibilità, saranno questi i temi su cui confrontarsi.

Il programma, in continuo aggiornamento, è disponibile al link https://www.pasocial.info/assemblea-nazionale-pa-social-2021/

Sarà possibile seguire i lavori della mattina e di parte del pomeriggio in diretta sulle pagine Facebook, LinkedIn, YouTube, Twitch di PA Social.

La partecipazione è libera (obbligatorio Green Pass) fino ad esaurimento posti con iscrizione qui https://www.eventbrite.it/e/biglietti-assemblea-nazionale-pa-social-litalia-della-comunicazione-digitale-195176798057.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»