fbpx

Tg Politico Parlamentare, edizione del 10 novembre 2020

COVID, LA CAMPANIA NON SARA’ PIU’ ZONA GIALLA

E’ la Campania la sorvegliata speciale delle ultime ore. Quasi certo il passaggio della regione dalla fascia gialla a quella arancione. Potrebbero addirittura finire in zona rossa le città di Napoli e Caserta. Il governo e il Comitato tecnico-scientifico stanno analizzando i dati aggiornati. Matteo Salvini ricorda di ricevere quotidianamente centinaia di segnalazioni da cittadini campani secondo i quali la situazione in regione non e’ tranquilla. “E’ addirittura drammatica”, per il sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro parla di “dati validi” su cui si stanno svolgendo degli “approfondimenti”.

SALVINI SERVE IL TAGLIO DELLE ALIQUOTE IVA

Un taglio delle aliquote Iva che porterebbe nelle tasche degli italiani fino a 20 miliardi. E’ la proposta che Matteo Salvini presenta al governo in vista della prossima manovra. ‘Una spinta ai consumi su cui potrebbe esserci davvero unità nazionale’, sostiene il leader della Lega. A zero l’aliquota su acqua, pane, frutta e verdura. Abbigliamento, calzature e bevande passerebbero dal 22% al 20%. Carne, pesce, zucchero, caffè, bollette e alberghi dal 10% all’8%.

GENTILONI: CON BIDEN LA SVOLTA SUL CLIMA

L’elezione di Joe Biden può rappresentare una svolta assolutamente straordinaria per il clima. Ne è convinto il commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni. Nel corso di una audizione in commissione Esteri alla Camera, l’ex premier ha detto che entro i primi di marzo gli Stati Uniti torneranno a rispettare gli accordi di Parigi sulla riduzione di emissioni di gas serra. Non ci sarà, invece, una inversione a U dell’America in politica estera. Su dossier quali Cina, Russia e Medio Oriente previsto semmai un cambio di stile, ma l’azione della Casa Bianca proseguirà in continuità. Sul clima invece, l’Unione europea non sarà più sola.

AGROALIMENTARE IN CONTROTENDENZA

La pandemia sostiene il settore agroalimentare, che e’ in controtendenza rispetto all’andamento generale dell’economia. Il comparto a settembre fa registrare una crescita dell’1,2% rispetto al mese precedente, contro il meno 5,6% della produzione industriale. Secondo la Coldiretti “le imprese alimentari sono diventate la prima ricchezza del Paese con un valore di filiera che supera i 538 miliardi”. L’Italia può contare su una risorsa da primato mondiale ma deve investire per superare le fragilità presenti, difendere la sovranità alimentare e ridurre la dipendenza dall’estero per l’approvvigionamento in un momento di grandi tensioni internazionali.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

10 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»