NEWS:

Studente minaccia il compagno con una pistola soft-air, il dirigente: “Prese misure”

Il dirigente scolastico dell'Armellini di Roma interviene alla Dire a seguito dell'episodio di bullismo avvenuto fuori dal suo istituto

Pubblicato:10-10-2022 17:40
Ultimo aggiornamento:10-10-2022 17:40

FacebookLinkedIn

ROMA – Uno studente ha utilizzato una pistola giocattolo per minacciare un compagno di classe. È successo fuori dai cancelli dell’Istituto ‘Armellini’ di Roma. L’episodio è avvenuto il 3 ottobre scorso, ma è stato reso noto solo oggi, e ha come protagonisti due alunni minorenni.

È successo tutto fuori dalla scuola– spiega all’agenzia Dire il dirigente scolastico dell’Istituto, Francesco Celentano- dopo essere venuti a conoscenza del fatto, abbiamo contattato la madre del giovane responsabile del gesto. Dal momento che non possiamo perquisire gli zaini dei nostri alunni, la donna è venuta in nostro aiuto e ha chiamato la polizia, che ha trovato un’arma giocattolo nello zaino del ragazzo. Da lì è partita la denuncia della vittima: lo studente è andato in questura e ha fatto i nomi del compagno che lo avrebbe minacciato e dei suoi spalleggiatori“.

Ora la giustizia farà il suo corso, sottolinea il preside, mentre la scuola ha già attivato tutte le tappe previste dal sistema disciplinare, secondo il regolamento di istituto. “Abbiamo anche avviato un lavoro certosino per affrontare il problema alla radice e improntare in maniera diversa l’educazione alla cura- ha aggiunto il preside- Per questo ho deciso di riunire insieme tutto il consiglio di classe”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


FacebookLinkedIn