Lonely planet e Scabec insieme per ‘Speciale Campania’

La guida presenta al pubblico luoghi inediti della Regione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Campania, dove la potenza dei vulcani incontra il fascino dell’antichità, la meraviglia della natura e la freschezza della creatività. Un mondo di contrasti che regala magia“. È con queste parole che Lonely Planet ha deciso di introdurre lo ‘Speciale Campania‘, un’iniziativa editoriale di quattro articoli che presenta al pubblico alcuni dei luoghi inediti della regione. Benevento, Campi Flegrei, il Cilento e alcuni percorsi di trekking tra paesaggi mozzafiato: un viaggio che mette in luce la Campania che non ti aspetti promosso e organizzato da campania>artecard, il pass ideato dalla Regione Campania attraverso la Scabec. Un risultato ottenuto grazie ad un’offerta che permette di usufruire di un sistema integrato musei/trasporti: in un unico pass la possibilità di visitare circa 80 musei e luoghi della cultura ed abbinarci il trasporto pubblico locale grazie alla partnership con il Consorzio UnicoCampania.

Le quattro le tappe dello speciale

‘Le cinque buone ragioni per scoprire il capoluogo del Sannio’ portano alla scoperta del caratteristico centro storico, dell’eleganza dell’Arco di Traiano e del fascino delle installazioni di arte contemporanea dell’Hortus Conclusus; ‘Campi Flegrei: tutti i volti di un vulcano invisibile’ è un itinerario che mette insieme scavi archeologici, fonti termali, laghi e parchi naturali, tasselli della zona sismica che ha disegnato le vicende dell’intera area; ‘Bello, buono, verde e segreto: perché andare in Cilento’ è un percorso alla volta delle montagne verdi, delle manciate di paesini medievali arroccati tra chilometri di natura incontaminata e dello stile di vita slow che ha dato vita alla dieta mediterranea; ‘Trekking e archeologia sulle tracce del vulcano’ è una camminata tra le mete campane più green, tra cui il Sentiero degli Dei ed i sentieri che dominano le falde del Vesuvio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

10 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»