VIDEO | Regionali Campania, Gorga: “Formazione e tecnologia per rilanciare il corallo”

Lo dichiara all'agenzia Dire Clelia Gorga, candidata consigliera alle elezioni regionali con la lista Campania Libera che sostiene la riconferma a palazzo Santa Lucia di Vincenzo De Luca
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print
NAPOLI – “La lavorazione del corallo e del cammeo è l’arte che ha reso Torre del Greco conosciuta nel mondo. Negli ultimi anni, insieme ai sistemi locali di sviluppo di Napoli e Marcianise, il settore si è sì sviluppato, ma la competitività del sistema orafo campano resta molto inferiore a quella dei sistemi distrettuali del Centro-Nord. Per rilanciare il settore occorrono strutture e servizi”. Così Clelia Gorga, candidata consigliera alle elezioni regionali con la lista Campania Libera che sostiene la riconferma a palazzo Santa Lucia di Vincenzo De Luca. “La Regione Campania targata De Luca – spiega alla Dire – ha già avviato una campagna di sensibilizzazione strutturando, in particolare, una serie di protocolli”. Questo lavoro deve proseguire, evidenzia Gorga, “con la realizzazione di una struttura comune nella quale ubicare gli operatori di piccolissima dimensione e i lavoratori a domicilio, che rappresentano buona parte del sommerso, nato anche dall’assoluta mancanza di spazi. Con la realizzazione di un incubatore di imprese per l’insediamento temporaneo di nuovi imprenditori. Con l’ammodernamento tecnologico dei laboratori, tuttora insufficiente, da raggiungere anche attraverso il coinvolgimento degli istituti di credito per rafforzare la disponibilità di servizi reali e finanziari a supporto dei programmi di innovazione”. Importante per la candidata di Campania Libera è anche “creare un brand vero e proprio per la internazionalizzazione focalizzando l’attenzione, ancora una volta, sulla formazione di alta qualità per il personale preposto per cercare – conclude Gorga – di colmare quel gap che ancora divide la Campania dal Centro e dal Nord”.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

10 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»