Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Roma 2024, Renzi: “Non si dica ‘no’ per far pace dentro faida M5s”

"Si dica di sì o di no, lo si spieghi". E si sappia che "i soldi che arrivano dalle Olimpiadi o arrivano a Roma o vanno a Parigi, non è che vanno per altre cose", dice il premier.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

olimpiadiROMA – “Non si possono utilizzare le Olimpiadi come strumento per far pace all’interno di una faida di un movimento che si dovrebbe chiamare partito”. Cosi’ il premier Matteo Renzi dal palco della Fiera del Levante.

“Si possono avere tutte le opinioni che si vogliono sulle Olimpiadi e noi le rispettiamo, si può dire no alle Olimpiadi che vuol dire no ai posti di lavoro, no alla riqualificazione delle periferie, no all’occasione di identità di un paese. Non si possono utilizzare le Olimpiadi per far la pace dentro singoli movimenti politici“, insiste il presidente Renzi.

“Si dica di sì o di no, lo si spieghi”. E si sappia che “i soldi che arrivano dalle Olimpiadi o arrivano a Roma o vanno a Parigi, non è che vanno per altre cose. I soldi per le Olimpiadi o aiutano le nostre città a crescere o aiuteranno le altre città in una competizione globale”, attacca il premier dal palco della Fiera del Levante.. “Mi dispiace quando il mio paese per responsabilità di pochi sceglie di rifiutare una sfida che farebbe la felicità di molti”, conclude.

di Luca Monticelli, giornalista professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»