hamburger menu

È morto il beluga rimasto intrappolato nella Senna

Il cetaceo, lungo oltre quattro metri e pesante più di 800 chili, era stato estratto per essere portato nella Manica ma è morto durante il trasporto

10-08-2022 12:14
beluga_senna_sea_shepherd
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

(Crediti foto: Twitter Sea Shepherd France)

ROMA – Con non poca fatica, il beluga rimasto intrappolato nella Senna è stato estratto dalle acque del fiume. L’obiettivo era portarlo nella Manica, ma non è bastato: il grande cetaceo è morto durante il trasporto verso il mare.

I soccorritori, con la collaborazione della Ong Sea Shepherd, erano riusciti grazie a una gru a catturare in una rete l’animale, lungo oltre quattro metri e che pesava più di 800 chili. Viste le condizioni di salute non buone dell’animale, era partita la corsa contro il tempo per liberare il beluga nel mare della Manica.

Il beluga, abituato a vivere nelle acque artiche, non può sopravvivere a lungo nelle acque dolci. Restano poco chiari i motivi che hanno spinto l’animale a spostarsi così tanto dal suo habitat e a rimanere bloccato in un tratto di acqua poco profonda della Senna.

Nei mesi scorsi, anche un’orca si era arenata nel fiume francese e il suo salvataggio non era andato a buon fine.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-08-10T12:14:55+02:00