Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Milano, Sala sente Pinotti: una caserma per i migranti

Bisogna dire la verità alla gente, spiega il primo cittadino, e la verità è che "la situazione è strutturale"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

beppe_salaMILANO – “La sostanza è che dopo il dibattito di ieri mi ha chiamato il ministro Pinotti e probabilmente verrà attivata una caserma che è qualcosa che era nei nostri desideri”. Milano è alle prese con l’emergenza migranti e il sindaco Beppe Sala tiene il punto sulla polemica, intervistato a margine della commemorazione dell’eccidio partigiano di piazzale Loreto.

La caserma in questione è la casa Montello di via Caracciolo, in zona McMahon: “Stiamo facendo tutto il possibile poi a volte ci sono anche polemiche tipo ieri, ma noi guardiamo alla sostanza” fa sapere Sala, che inquadra proprio quella della caserma come “una soluzione dignitosa”; rende noto di aver detto al ministro Pinotti che “Milano ormai fa fatica- aggiunge – non drammatizzo mai ma serve un intervento”, specificando come “le polemiche di ieri” abbiano comunque generato “qualcosa di virtuoso”.

Sull’eventualità di un sostegno economico deciso dall’odierno Consiglio dei ministri il primo cittadino meneghino si mostra favorevole: “Obiettivamente bisogna dare un sostegno agli enti territoriali che devono fare la loro parte- aggiunge- e come si è visto chiaramente Milano sta facendo più della sua parte, ne parlavamo stamattina con il ministro Martina”.

Il governatore lombardo Roberto Maroni ha richiesto lo stato di emergenza, ma Sala rimanda la decisione al Governo: “Appartengo alla categoria di quelli che cercano di raccontare storie né per tranquillizzare né per drammatizzare ma va detta sempre la verità alla gente- dice- e la prima verità è che questa è una situazione strutturale“, che va gestita “sapendo che i milanesi hanno il diritto di vivere tranquilli: serve l’aiuto del Governo quindi”. La caserma esclude il campo base Expo? “No io penso di no- conclude Sala- domani ho incontro con il Prefetto e discuteremo anche di queste cose”.

LEGGI ANCHE

Migranti, Sala smentisce: “Tendopoli a Milano? Macché”

Altri profughi in arrivo a Milano, Sala pensa alle tendopoli

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»