I migranti? “Più vaccinati degli italiani”

Lo spiega alla DIRE Walter Ricciardi, presidente dell'Istituto superiore di Sanita' (Iss)
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  – I migranti arrivano in Italia in buona salute e spesso sono più vaccinati degli italiani. Ad affermarlo Walter Ricciardi, presidente dell’Istituto superiore di Sanita’ (Iss), a margine del convegno ‘No one left behind: global health, access to care, inequalities and migration’, promosso dal ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, il Fondo globale e i Friends of the Global fund Europe, in collaborazione con l’Istituto superiore di Sanità e il ministero della Salute.

“La salute dei migranti peggiora in Italia”

“I migranti arrivano in buone condizioni di salute, che poi si deteriorano magari durante il viaggio dal punto di vista psicofisico- ha detto ancora Ricciardi- L’unica patologia che segnaliamo essere più frequente è la scabbia. Ma arrivano in buona salute, spesso sono più vaccinati degli italiani, in Tanzania ed Eritrea le coperture vaccinali sono al 97-98% e la loro salute si deteriora qui. Con l’operazione ‘Mare nostrum’ li abbiamo vaccinati tutti, da un punto di vista delle malattie infettive non c’è pericolo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»