NEWS:

A Cagliari trionfo del campo largo con Massimo Zedda: “Sul solco di Matteotti e Berlinguer”

Il leader dei Progressisti stravince al primo turno, terza volta per lui a Palazzo Bacaredda

Pubblicato:10-06-2024 20:27
Ultimo aggiornamento:10-06-2024 20:27
Autore:

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

CAGLIARI – Il primo ringraziamento va ai cittadini di Cagliari, ma poi Massimo Zedda, neo sindaco del capoluogo sardo, ha voluto ricordare nella sua prima uscita da primo cittadino due totem della sinistra, Enrico Berlinguer e Giacomo Matteotti. Lo ha fatto davanti a simpatizzanti e cronisti nella sede del Pd cagliaritano, in una conferenza stampa affollatissima, convocata nel tardo pomeriggio dopo la “quasi” ufficialità della vittoria al primo turno (lo spoglio completo delle sezioni arriverà in tarda serata, ma è ormai troppo ampia la forbice che lo separa dalla sfidante del centrodestra, Alessandra Zedda). Un antipasto, quello nel circolo Berlinguer di via Emilia, della grande festa in piazza Garibaldi, dove Zedda riceverà l’abbraccio di tutta la città (e dove è previsto anche l’arrivo della presidente della Regione, Alessandra Todde).
Questa è stata una campagna elettorale dura e dai toni fermi- le parole di Massimo Zedda tra gli applausi- ma estremamente corretta. Non c’è stata nessuna caduta di stile, nessuna rissa politica, che poi è una delle cose che allontana i cittadini dal voto. Per questo ringrazio i candidati Alessandra Zedda, Giuseppe Farris, Claudia Ortu ed Emanuela Corda”. Quindi il ricordo di Matteotti e Berlinguer: “Con la modestia che ci contraddistingue, ma anche con gli ideali che abbiamo ben saldi, pensiamo che il loro testimone, non senza un carico di difficoltà, oggi sia trasferito a noi. Noi dobbiamo inserirci sul solco dei principi e dei valori di persone che hanno sacrificato persino la loro vita per i loro ideali”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it