hamburger menu

Tg Politico Parlamentare, edizione del 10 giugno 2022

I titoli e il tg politico parlamentare della Dire

GABRIELLI: DAI SERVIZI NESSUN DOSSIER, BASTA SOSPETTI

Non esiste nessuna lista di ‘filorussi’ consegnata dai Servizi segreti al Copasir. Franco Gabrielli, sottosegretario con delega ai Servizi, ha deciso di desecretare il ‘bollettino della disinformazione’ a cui hanno lavorato gli 007 italiani. “Basta sospetti infamanti”, dice l’ex capo della Polizia. “Non esiste un Grande Fratello o una Spectre in Italia: nessuno vuole investigare sulle opinioni delle persone”. Il bollettino, spiega, si basa “unicamente su fonti aperte e non contiene alcun elemento proveniente da attività di intelligence”. Non c’è nessun dossier e non ci sono nomi, assicura: “Non abbiamo investigato su giornalisti né su parlamentari”. Gabrielli stigmatizza la diffusione del bollettino: “Nulla resterà impunito”, dice.

SALARI, ITALIANI GUADAGNANO 15MILA EURO IN MENO DEI TEDESCHI

I salari degli italiani sono crollati in pandemia e risaliti l’anno dopo. Ma sono ancora al di sotto del livello 2019 e tra i più bassi d’Europa. In media gli italiani guadagnano 15mila euro in meno dei tedeschi e 10mila in meno dei francesi. L’Ocse ci dice che gli stipendi in Italia non crescono da trent’anni. Anzi dal 1990 al 2020 sono diminuiti del 2,9%. Un italiano in media guadagna 29.440 euro, ben al di sotto della media dell’Eurozona che è 37.400 euro. Secondo la Fondazione Di Vittorio della Cgil, il divario si spiega anche con il record di occupati precari, poco qualificati e il dilagare del part-time involontario. Cinque milioni di italiani, più di un dipendente su quattro, dichiarano meno di 10 mila euro di reddito annuo. E quest’anno, con l’inflazione al galoppo, la situazione non può che peggiorare.

PAPA E VON DER LEYEN: COMUNE IMPEGNO PER LA PACE 

Comune impegno ad adoperarsi per porre fine alla guerra in Ucraina. E’ il messaggio che arriva da papa Francesco e Ursula Von der Leyen, ricevuta oggi in Vaticano. Piena sintonia tra il pontefice e la presidente della Commissione europea, con particolare attenzione agli aspetti umanitari e alle conseguenze alimentari del protrarsi del conflitto. Mentre Mosca assicura che “l’operazione militare prosegue”, da Kiev arriva l’ennesimo appello all’Occidente: “Mandateci le armi o perderemo”. Il ministro degli Esteri russo, Lavrov, dice che “la Russia è aperta al dialogo ma tango si balla in due”. Ancora incerta la sorte dei due britannici arruolati tra le truppe ucraine: sono stati catturati dall’esercito russo e condannati a morte.

AMMINISTRATIVE, ULTIMI COMIZI E DOMENICA IL VOTO

Campagna elettorale all’ultimo miglio. Domenica, dalle 7 alle 23, 9 milioni di italiani sono attesi alle urne per le elezioni amministrative. La sfida a colpi di programmi, confronti e incontri terminerà oggi. Sabato infatti è il giorno del silenzio elettorale, vietati comizi e propaganda. Quasi mille i Comuni chiamati ad eleggere sindaci e consiglieri. Ventisei i capoluoghi di provincia chiamati al voto, compresi i quattro di regione: Genova, L’Aquila, Catanzaro e Palermo. Lo spoglio delle schede inizierà lunedì alle 14. Pd e Cinquestelle insieme in 18 capoluoghi, il centrodestra in 20. A Genova e Palermo appare favorito il centrodestra, a Verona la coalizione è divisa e il centrosinistra punta su Damiano Tommasi. A Parma dopo dieci anni di giunta Pizzarotti non ci sarà il simbolo dei Cinquestelle.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-10T18:09:05+02:00