hamburger menu

Tg Scuola e Formazione, edizione del 10 giugno 2022

Si parla di maturità, ultimo giorno di lezioni e Startupper School Academy

AL VIA GLI ESAMI DI STATO, BIANCHI: “MASCHERINE NON SONO BAVAGLIO”

Sono cominciati gli esami di Stato del 2022. Gli alunni delle medie hanno già sostenuto le prove scritte, mentre per la prova di maturità, manca ancora qualche giorno: il tema si svolgerà in tutta Italia il 22 giugno. Durante le prove, studenti e studentesse dovranno indossare le mascherine, lo ha chiarito il Tar del Lazio: la mascherina in classe continuerà ad essere obbligatoria fino al 31 agosto. Ma il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha precisato che, durante la prova orale, i candidati potranno chiedere ai presidenti di commissione il permesso di abbassarle. “Le tracce sono bellissime- ha detto Bianchi- e dico ai ragazzi di prenderle con entusiasmo e ragionarci. La maturità è un passaggio, le tracce le dimenticherete, ma ricorderete che siete stati insieme”. Il ministro ha poi invitato i giovani a viversi la loro notte prima degli esami “con grande attenzione, perché la ricorderete per sempre. È un momento fondamentale della vostra vita. Un passaggio che va vissuto con tutta la pienezza di questo momento. Anche con un po’ di ansia, fa parte del gioco, ma siate soprattutto fiduciosi in voi stessi, nei vostri compagni e in tutto il personale che vi ha accompagnato in questi anni”.

ULTIMO GIORNO DI LEZIONI: GAVETTONI E SORRISI SENZA MASCHERINE

Battaglie di gavettoni e risate. Sono le scene dell’ultimo giorno di scuola. Acqua, uova, farina. Gli studenti e le studentesse hanno salutato così l’ultima campanella dell’anno, festeggiando, senza mascherine, fuori dai piazzali e davanti ai cancelli delle scuole. A Roma, la maggior parte degli istituti superiori ha deciso di organizzare la mattinata in modo diverso dal solito. Al ‘Morgagni’ e al ‘Mamiani’ spazio allo sport, con le finali dei tornei di calcio e volley e le premiazioni degli studenti-atleti. Al liceo ‘Cavour’, tutti in cortile per un concerto rock. Musica anche al liceo ‘Giulio Cesare’, con un ospite d’eccezione: l’ex allievo della scuola Antonello Venditti, che ha suonato per i liceali due dei suoi brani più celebri: ‘Notte prima degli esami’ e ‘Giulio Cesare’. “Per un giorno ci siamo ripresi la nostra libertà, dopo due anni duri”, racconta alla Dire Fulvio, studente del liceo ‘Righi’ di Roma.

PREMIATE LE SCUOLE VINCITRICI DI STARTUPPER SCHOOL ACADEMY 2021-22

Si è tenuta Roma, nella sede del Talent Garden Ostiense, la finale della settima edizione di Startupper School Academy, il programma della Regione Lazio che promuove l’imprenditorialità e la creatività nelle scuole superiori del Lazio, realizzato ogni anno da Lazio Innova in collaborazione con numerosi partner. Alla premiazione hanno partecipato, tra gli altri: Paolo Orneli, assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Ricerca, Start-up e Innovazione della Regione Lazio; Nicola Tasco, presidente di Lazio Innova e Luigi Campitelli, direttore operativo Spazi Attivi di Lazio Innova. Startupper School Academy ha coinvolto nel corso di quest’ultima edizione 108 Istituti scolastici, più di 5mila studenti e 253 docenti, per un totale di 141 progetti di impresa e 20 prototipi realizzati su tutto il territorio regionale. Dati straordinari, che testimoniano il successo dell’iniziativa e l’impegno degli studenti, nonostante le problematiche causate dalla pandemia. Un lavoro di squadra, con l’obiettivo comune di fornire agli studenti strumenti di lavoro innovativi e nuove opportunità e di sostenere il lavoro di gruppo e l’inclusione, favorendo la nascita di giovani talenti.

‘UNITI PER SCUOLA’, I LINGUAGGI DEL TEATRO E DEL CINEMA INNOVANO LA DIDATTICA

Utilizzare i linguaggi del teatro e dell’audiovisivo come strumenti per innovare la didattica in aula e per sollecitare ragazze e ragazzi a partecipare di più in classe, a lavorare in gruppo, e sviluppare la capacità di risolvere problemi con la creatività. È l’obiettivo del progetto sperimentale ‘Uniti per la scuola’, avviato lo scorso novembre in dieci istituti di diverse città italiane, i cui risultati sono stati presentati al palazzo dell’Istruzione dal ministro Patrizio Bianchi insieme alle attrici Vittoria Puccini, presidente di ‘U.N.I.C.A.'(Unione nazionale interpreti teatro e audiovisivo), e Paola Cortellesi. Obiettivo della sperimentazione: utilizzare in aula tecniche e metodologie che caratterizzano il lavoro del cinema e del teatro e farne preziose alleate per una didattica sempre più innovativa. In altre parole, il progetto ha proposto una metodologia, da usare in maniera interdisciplinare, che mette lo studente al centro e mira ad attivare le risorse creative di ciascuna e ciascuno. L’iniziativa di formazione è stata promossa da ministero dell’Istruzione, ministero della Cultura, da ‘Alice nella Città’, Accademia del cinema italiano-Premi David di Donatello e da U.N.I.T.A., con la supervisione pedagogica del Centro PsicoPedagogico di Daniele Novara.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-10T14:38:41+02:00