Roma, 48 autobus si fermano per guasti all’aria condizionata

La denuncia di un autista: "Così non si può lavorare, ci sentiamo abbandonati. Ogni anno è la stessa storia"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – 48 autobus fermi, tra le 15.30 e le 17, a causa dell’alta temperatura interna ai mezzi dovuta ai guasti al sistema di aria condizionata. È quanto accaduto a Roma nel pomeriggio di oggi, a quanto apprende l’agenzia Dire. Le “macchine”, così come vengono chiamate dagli autisti Atac, si sono fermate a Termini (circa una decina), a piazzale dei Partigiani (12 bus) e a Ponte Mammolo (una ventina). All’interno, secondo gli autisti, “si superavano abbondantemente i 30 gradi e c’erano rischi per l’utenza“. Da qui il blocco del servizio.

GLI AUTISTI: “COSÌ NON SI PUÒ LAVORARE, CI SENTIAMO ABBANDONATI”

“Ogni anno è sempre la stessa storia – ha spiegato alla Dire un autista – arriva il caldo ma su molti mezzi manca l’aria condizionata. Così non si riesce a lavorare. Il problema è che manca la manutenzione. Noi ci sentiamo abbandonati su questo settore in questo periodo. E se qualche passeggero si sente male la responsabilità è nostra”. La situazione si è poi normalizzata con la pioggia, che ha abbassato le temperature. A quanto raccontano gli stessi autisti, poi, i responsabili Atac avrebbero intimato, già prima, l’uscita dei mezzi, minacciando gli autisti fermi di un rapporto e di un giorno di sospensione per le corse perse. Alcuni autisti, a quel punto, sarebbero ripartiti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»