Il Logos della Bicocca guarda al futuro di Milano con due ettari di bosco ‘smart’

rendering milano bicocca
La rettrice Giovanna Iannantuoni: "La pandemia ci ha insegnato a ripensare lo spazio pubblico. Il parco della nostra Università sarà a disposizione della città, senza muri e senza cancelli"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Giovanni Domaschio

MILANO – È in arrivo nel 2023 a Milano un nuovo edificio contornato da 19.000 metri quadri di verde. Partono oggi i lavori per il polo U10 “Logos” della Bicocca, in occasione del 23esimo compleanno del giovane ateneo milanese. “La pandemia ci insegna che dobbiamo ripensare lo spazio pubblico- spiega alla ‘Dire’ la rettrice dell’Università Bicocca Giovanna Iannantuoni– e per questo il nuovo edificio occuperà solo il 25% dell’area di questo cantiere. Il rimanente 75%, più di due ettari, darà vita a un vero e proprio bosco urbano ‘smart’, con rete internet e colonnine di ricarica per smartphone e computer. Sarà uno spazio a disposizione della città, senza muri e senza cancelli”.

L’edificio ospiterà gli studenti di giurisprudenza e di sociologia, ma l’area circostante è destinata a diventare un valore aggiunto per il quartiere, di cui si compiace anche il sindaco di Milano Giuseppe Sala, che assieme alla rettrice e all’assessore regionale per l’Istruzione, Università, Ricerca Fabrizio Sala, ha simbolicamente poggiato la prima pietra del nascituro edificio U10. “La città sta cambiando molto- commenta il primo cittadino- e l’Università Bicocca sta guidando il cambiamento di quest’area. È quasi incredibile che in soli 23 anni, un tempo molto breve per un’Università, abbia raggiunto questi risultati”.

Ai complimenti del sindaco si uniscono quelli dell’omonimo assessore Sala. “La Bicocca scrive il futuro– afferma il rappresentante della Regione- e mostra come dovrebbe essere l’edilizia universitaria, con quasi due ettari di bosco urbano”.

LEGGI ANCHE: Milano, Sala in pressing su Conte: “Porti il M5s nel centrosinistra”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»