Tg Cultura, edizione del 10 giugno 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

– DAMIEN HIRST ALLA GALLERIA BORGHESE CON ‘ARCHAEOLOGY NOW’

Damien Hirst entra alla Galleria Borghese con ‘Archaeology now’, la mostra-evento che porta a Roma oltre 80 opere dalla serie ‘Treasures from the Wreck of the Unbelievable’. Esposte in tutte le sale del museo, le sculture grandi e piccole realizzate in materiali come bronzo, marmo di Carrara e malachite affiancano i capolavori della collezione, mentre la scultura colossale Hydra and Kali è allestita nello spazio esterno del Giardino Segreto dell’Uccelliera. Esposti per la prima volta in Italia anche i dipinti di Hirst ‘Colour Space’.

– UN TRENO STORICO DA FIRENZE A RAVENNA IN ONORE DI DANTE

Un treno storico dedicato ai 700 anni dalla morte di Dante Alighieri che dal binario 16 della stazione di Santa Maria Novella, a Firenze, porta a Ravenna. Il convoglio sarà attivo durante i fine settimana da luglio a ottobre e collegherà il capoluogo toscano, città natale del Sommo poeta, al luogo dove sono conservate le sue spoglie. “È un momento importante perché simbolicamente è una ripartenza e perché valorizza il patrimonio storico enorme di Ferrovie dello Stato con treni conservati perfettamente, locomotive e percorsi storici che vogliamo valorizzare, per cui abbiamo messo molte risorse nel Recovery”, ha detto il ministro della Cultura, Dario Franceschini.

– IL 21 GIUGNO È LA FESTA DELLA MUSICA, EVENTI IN TUTTA ITALIA

Il 21 giugno torna la Festa della Musica, la grande kermesse europea che in tutta Italia coinvolge enti locali, accademie, conservatori, scuole di musica e università. Solisti, cori, orchestre, gruppi e bande, al momento sono oltre 5.400 gli artisti iscritti che il 21 giugno si alterneranno in strade, piazze e luoghi di oltre 500 città, da nord a sud del Paese. Testimonial di questa edizione 2021 sarà Edoardo Bennato, che terrà un concerto al Castello Sforzesco di Milano.

– OSTIA ANTICA, COLONNE DI MARMO SCOPERTE SUL LETTO DEL TEVERE

Tre grandi fusti di colonne in marmo individuati nelle acque del Tevere, alla profondità di cinque metri. A scoprirli è stato il Servizio tutela del patrimonio subacqueo, appena istituito dal Parco archeologico di Ostia antica, a bordo di due mezzi navali del Nucleo Carabinieri Subacquei di Roma. Pur parzialmente interrate nel letto e nell’argine, le colonne superano il metro di diametro e i due metri e mezzo di lunghezza. “Con il prossimo appuntamento subacqueo- ha detto il direttore del Parco archeologico di Ostia Antica, Alessandro D’Alessio- proveremo a prelevare piccoli campioni, per determinare il tipo di marmo e la sua provenienza. Speriamo di giungere nel medio termine al recupero delle colonne”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»