Giornata della Marina, Guerini: “L’Italia ha bisogno che il mare sia un luogo sicuro”

giornata_marina
Il ministro della Difesa, partecipando oggi a Roma alla cerimonia per la Giornata della Marina, ha ripercorso le attività della Forza Armata, in Patria e lontano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “L’Italia ha bisogno che il mare sia un luogo sicuro. Oggi celebriamo la Giornata della Marina e rendiamo merito a tutti i Marinai. L’Italia vive la straordinaria condizione di trovarsi in mezzo al mare, responsabilità consapevolezza e ambizione sono legati a questa caratteristica. Dalla vigilanza, alla protezione degli interessi marittimi in tutto il Mediterraneo allargato, alla naval diplomacy e con tutte le missioni internazionali la nostra Marina garantisce sicurezza anche in mari lontani contrastando pirateria, terrorismo e traffico di esseri umani, tutelando anche la vita economica e gli interessi nazionali“. Cosi’ il ministro della Difesa Lorenzo Guerini, partecipando oggi a Roma alla cerimonia per la Giornata della Marina, ha ripercorso le attività della Forza Armata, in Patria e lontano. Un quadro di azioni “non disarticolate” tra le quali Guerini ha voluto ricordare in particolare la missione “Irini nel Mediterraneo, Atalanta nel golfo di Aden e Gabinia in golfo di Guinea”. Il ministro ha rivolto un pensiero ai caduti e gratitudine per tutte le attività svolte durante la pandemia. È stata data la bandiera di guerra al Comando dei sommergibili.

AMM. DRAGONE (CAPO STATO MAGGIORE MARINA): “NON CADIAMO NELL’ERRORE ‘SEA BLINDNESS’

“Esprimo gratitudine al Comando delle scuole, al Comando logistico e al Comando della squadra navale che ha portato avanti tutte le operazioni tenendo conto dell’ampliamento delle attività affrontate dalla Forza Armata durante la pandemia. Occorre enfatizzare il legame che c’è tra il mare e la sicurezza, il concetto di marittimita’. A volte cadiamo nell’errore che gli anglosassoni chiamano di ‘seablindness‘”. Così il Capo di Stato Maggiore della Marina militare Ammiraglio di Squadra Giuseppe Cavo Dragone nel suo discorso per la Giornata della Marina militare.

“Siete un patrimonio di valori” ha detto il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Enzo Vecciarelli che ha espresso la sua gratitudine agli uomini e alle donne della Marina che ha realizzato, come ha detto “grandi imprese, scritte con l’inchiostro indelebile dei sacrifici”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»