Hbo Max rimuove ‘Via col vento’ dal catalogo: “Simbolo di pregiudizi razziali”

Tornerà in catalogo previa contestualizzazione
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Queste rappresentazioni razziste erano sbagliate allora e lo sono oggi”. Così un portavoce della piattaforma streaming Hbo Max, che a Variety ha spiegato la scelta di rimuovere temporaneamente dal suo catalogo ‘Via col vento’. La decisione segue le numerose proteste scoppiate nel mondo dopo la morte di George Floyd, l’afroamericano ucciso dalla polizia di Minneapolis lo scorso 25 maggio. Tra i primi a chiedere la rimozione del film, John Ridley, sceneggiatore di ’12 anni schiavo’, con un appello pubblicato sul Los Angeles Times. Vincitore di otto premi Oscar, ‘Via col vento’ “è un prodotto del suo tempo- spiega il portavoce di Hbo Max- e raffigura alcuni dei pregiudizi etnici e razziali che, purtroppo, sono stati all’ordine del giorno nella società americana”. Tuttavia, il film non è stato eliminato definitivamente, ma tornerà disponibile nel catalogo della piattaforma accompagnato da “una discussione sul suo contesto storico e una denuncia di quelle stesse rappresentazioni– prosegue il portavoce-, ma sarà presentato come è stato originariamente creato, perché altrimenti sarebbe lo stesso che affermare che questi pregiudizi non siano mai esistiti”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

10 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»