Pace, L’indice: “I conflitti ci tolgono 14.800 miliardi di dollari

Le stime del Global Peace Index, pubblicato in Australia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – I conflitti armati costano al mondo circa 14.800 miliardi di dollari l’anno, più o meno 2000 dollari a persona: la stima, relativa al 2017, è contenuta nel Global Peace Index pubblicato oggi in Australia. Secondo la ricerca, firmata dall’Institute for Economics and Peace (Iep), rispetto a dieci anni fa le guerre sono aumentate o comunque sono diventate ancora più penalizzanti. “Le ragioni di questo lento e graduale declino deriva dai conflitti in Medio Oriente e Nord Africa e dalle loro ripercussioni su altre aree” sottolinea Steve Killelea, a capo dello Iep. In primo piano, nello studio, le conseguenze dei conflitti in Siria e in Libia. Al primo posto tra i Paesi in pace figurano Islanda e Nuova Zelanda. In coda Siria, Sud Sudan e Iraq.

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»