‘Corridoi umanitari, un modello per l’Europa’, ecco il video del Maeci GUARDA

Dura poco meno di 30 secondi il video semplice ed efficace per spiegare l'importanza dell'esperienza dei corridoi umanitari
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dura poco meno di 30 secondi il video semplice ed efficace prodotto dal Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale per promuovere la campagna ‘Corridoi umanitari, un modello per l’Europa’. L’iniziativa – totalmente autofinanziata – e’ nata grazie all’accordo di meta’ dicembre tra i suoi promotori – Comunita’ di Sant’Egidio, Chiese evangeliche e Tavola valdese – e le istituzioni: ministero degli Affari esteri e dell’Interno.


“Un modello per l’Europa” non solo e’ il titolo della Campagna e la conclusione del filmato, ma anche lo scopo ultimo di un progetto che ha quattro fondamentali obiettivi: evitare che i migranti accettino di affrontare i cosiddetti “viaggi della morte”, “impedire lo sfruttamento dei trafficanti di uomini”, “concedere a persone ‘in condizioni di vulnerabilita” un ingresso legale con visto umanitario”, e infine creare una modalita’ di “ingresso sicuro” per i migranti “con controlli delle autorita’ italiane”. Il primo sbarco a Fiumicino e’ stato di sole tre persone: una mamma coi suoi due figlioletti. A questo primo tentativo ha fatto seguito il 2 maggio scorso l’arrivo di ben 101 profughi, in maggioranza siriani ma anche iracheni, partiti dal Libano. L’obiettivo e’ raggiungere in totale quota mille persone entro i prossimi due anni.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»