Sondaggio Dire-Tecnè: “Effetto Letta: per Pd +1,6% consensi in un mese”

Per il 73% degli intervistati il PD non dovrebbe cambiare nome e simbolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – ‘Effetto Enrico Letta‘ sul Partito Democratico. Da quando l’ex presidente del Consiglio è tornato alla guida del PD, il partito ha guadagnato un +1,6% dei consensi in un mese scarso. Lo rileva Monitor Italia, il sondaggio realizzato da Tecnè con Agenzia Dire, con interviste effettuate l’8 e 9 aprile su un campione di mille casi. Il consenso per il PD era del 17,3% il 12 marzo, oggi è salito al 18,9%. Lenta l’ascesa: 18% il 19 marzo, 18,3% il 26 marzo, 18,5% il primo aprile.

LEGGI ANCHE: Sondaggio Dire-Tecnè: fiducia Draghi ancora in calo, crescono Conte e Letta

PER IL 73% DEGLI ITALIANI IL PD NON DEVE CAMBIARE NOME E SIMBOLO

Il PD non dovrebbe cambiare nome e simbolo, ma se proprio dovesse farlo dovrebbe valorizzare il tema del lavoro e della difesa dei più deboli. Per il 73% degli intervistati il PD non dovrebbe cambiare nome e simbolo, la pensa in maniera opposta il 23% mentre il 4% non sa. Se invece si dovesse compiere questo passo, gli intervistati preferirebbero veder valorizzati i temi del mondo del lavoro (38%) e della difesa dei più deboli (36%), solo dopo Europa (11%), ambiente (7%), l’essere di sinistra (5%), non sa il 3%.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»