Sondaggio Dire-Tecnè: fiducia Draghi ancora in calo, crescono Conte e Letta

Il presidente del Consiglio resta il leader più apprezzato ma in due mesi perde il 5,6% dei consensi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Mario Draghi rimane il leader più apprezzato dagli italiani, anche se rispetto a sette giorni fa il presidente del Consiglio registra -0,7% nel consenso. Aumenta invece la fiducia in molti altri: Giuseppe Conte, Enrico Letta, Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni. Lo rileva Monitor Italia, il sondaggio realizzato da Tecnè con Agenzia Dire, con interviste effettuate l’8 e 9 aprile su un campione di mille casi. Draghi è il leader più amato (55,4%) ma . Al secondo posto Giorgia Meloni col 40,2%, in leggera crescita (+0,1%) rispetto alla scorsa rilevazione. Quindi Giuseppe Conte, il leader che compie il passo più lungo questa settimana (+0,4), terzo col 36,2% dei consensi. Quarto Matteo Salvini, stabile al 33%.
Cresce la fiducia anche del nuovo segretario dem, Enrico Letta guadagna 0,3% e sale al 28,7% complessivo precedendo Silvio Berlusconi al 27,7% (+0,3% nell’ultima settimana). In calo (-0,3%) il ministro della Salute Roberto Speranza, ora al 22,8%. Stabile Emma Bonino al 21%, quindi Carlo Calenda (-0,2%) con il 17,3% e infine Matteo Remzo (-0,1%) col 10,7%.

TREND DRAGHI IN CALO, PERSO 5,6% IN 2 MESI

Continua a calare la fiducia in Mario Draghi, ora al 55,4%, che in due mesi ha perso il 5,6% dei consensi. Il 13 febbraio il 61% degli italiani aveva fiducia nell’ex presidente della Banca centrale europea. Per il primo mese il trend è rimasto stabile, sempre sopra il 60% (60,6% il 19 marzo), poi un lento crollo: 57,8% il 26 marzo, 26,1% il primo aprile, 55,4% il 9 aprile. Dal 61% al 55,4%, perso il 5,6% dei consensi in due mesi.

IN CALO FIDUCIA NEL GOVERNO DRAGHI

Cala di quasi un punto percentuale nell’ultima settimana la fiducia degli italiani nel governo Draghi. Oggi il 51,2% dice di avere fiducia nell’esecutivo dell’ex presidente della BCE, -0,9% rispetto alla scorsa settimana. Coloro che non hanno fiducia sono il 35,4%, non sa il 13,9%.

PD COLMA GAP SU LEGA IN CALO, FDI CONSOLIDA CONSENSO

Nell’ultima settimana il PD guadagna 0,7% sulla Lega, ancora primo partito, frutto del +0,4% ottenuto nel consenso ai partiti e del -0,3% del Carroccio. La Lega resta sempre il primo partito ma col 22,3% (sette giorni fa era al 22,6%), il Partito Democratico può dunque colmare un po’ il gap e da 18,5% sale a 18,9%. Fratelli d’Italia consolida il terzo posto (+0,1%) con il 18,1% totale. Sale il M5S, +0,2% nell’ultima settimana, con il 16,5% complessivo. In leggera flessione Forza Italia (9,9%) con -0,2% registrato nell’ultima settimana. Quindi Azione 2,8% (-0,2%), Sinistra 2,1% (+0,2%), Italia Viva 2% (-0,1%), Verdi 1,8% (+0,1%), Articolo 1 1,2% (-0,3%), +Europa stabile a 1,2%.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»