Gaza, cecchini israeliani festeggiano palestinese ucciso – VIDEO CHOC

Il video choc sta girando in rete: è girato attraverso il mirino di precisione del fucile di un cecchino
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un cecchino israeliano spara, un palestinese disarmato viene colpito e si accascia e gli altri soldati vicini al cecchino che cominciano a emettere urla di tripudio e festeggiamento perchè la scena è stata immortalata in un “video leggendario”.

LIKUD: “SCIOCCANTE”

“Inquietante” e, di più, “scioccante”: così Yehuda Glick, dirigente del partito di governo Likud, su un video dell’uccisione di un giovane palestinese che sta causando in Israele polemiche e sconcerto. Il filmato mostra gli ultimi istanti di vita di un palestinese disarmato, nella Striscia di Gaza.

IL VIDEO RIPRESO DAL MIRINO DI UN FUCILE

Nel video, ripreso attraverso il mirino del fucile di precisione di un commilitone, si vede l’uomo avvicinarsi alla barriera che separa la regione da Israele. Poi il comandante dà l’ordine di aprire il fuoco e il cecchino aspetta per la presenza di un bambino. Poi spara il colpo e il palestinese si accascia a terra. La morte del palestinese è accompagnata da grida di giubilo dei soldati: “Wow, che video“, “è stato colpito in testa”, “video leggendario” o, ancora, “è volato in aria”.

L’ESERCITO HA APERTO UN’INCHIESTA

L’esercito di Israele ha confermato l’autenticità del filmato e aperto un’inchiesta, sostenendo però che la ripresa risale a mesi fa, al 22 dicembre.

LEGGI ANCHE:

Gaza, ‘Marcia del ritorno’: 2 palestinesi uccisi e 250 feriti da militari israeliani

Gaza, al via la marcia del ritorno. Scontri e spari al confine, almeno 16 morti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»