Vinitaly, Rosati: “Soddisfatti, giovani del Lazio in prima linea” VIDEO

"Questa annata di Vinitaly per il Lazio vede un record di 65 aziende, tra cui moltissimi giovani agricoltori e competenti, con un'idea di sviluppo ecocompatibile"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VERONA – “Siamo molto contenti, questa annata di Vinitaly per il Lazio vede un record di 65 aziende, tra cui moltissimi giovani agricoltori e competenti, con un’idea di sviluppo ecocompatibile. Ed e’ proprio questo il nostro obiettivo, il nostro assillo: dare lavoro ai tanti ragazzi e ragazze. L’economia della bellezza, turismo, cultura e cibo, comincia a dare i suoi frutti”. A dirlo e’ Antonio Rosati, amministratore unico di Arsial, presente al Vinitaly, la fiera del vino organizzata a Verona.


Insieme al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e all’assessore regionale all’Agricoltura, Carlo Hausmann, Rosati sta visitando gli stand disseminati nei 1.800 metri quadrati del padiglione Lazio, a cui prendono parte 65 produttori regionali con 100 etichette. “Siamo molto soddisfatti- aggiunge Rosati- qui c’e’ una nuova grande dignità del Lazio, ce lo stanno riconoscendo tutti gli operatori. La nostra ambizione e’ fare in modo che tanti giovani possano capire che si può uscire dalla paura con una grande attività intorno al cibo. Questa- conclude- e’ la nostra scommessa“.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»