Revisione dei ticket, epatite E, origine dell’Alzheimer, i numeri della fisioterapia

Le notizie di questa edizione: Dalla decisione del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e delle Regioni di
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Le notizie di questa edizione:

Dalla decisione del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e delle Regioni di riattivare il tavolo tecnicopartito nel 2014 per rivedere il sistema dei ticket sanitari, così come previsto dal Patto per la Salute, all’Istituto superiore di sanità che fa sapere che in Italia quasi una persona su 10 ha gli anticorpi contro l’epatite E e che quindi almeno una volta nella propria vita è venuta a contatto con il virus.

Dalla scoperta del meccanismo all’origine del morbo di Alzheimer effettuata da gruppo italiano di ricercatori della fondazione Irccs Santa Lucia, Cnr di Roma e università Campus Bio-Medico, al nuovo metodo innovativo e mini invasivo che arriva da Siracusa per il trattamento delle ernie del disco grazie all’uso combinato di endoscopia e neuronavigatore.

Dall’avvio della prima edizione del corso di perfezionamento universitario dedicato alla formazione dei professionisti chiamati a scegliere quali farmaci e dispositivi medici acquistare per gli ospedali pubblici, alla luce del nuovo codice degli appalti, attivato dall’Università di Camerino in collaborazione con Sifo e Fare, fino ai 65mila fisioterapisti nel nostro Paese, censiti dall’Associazione italiana fisioterapisti, che nonostante abbiano un tasso di occupazione entro un anno al 90% chiedono l’istituzione di un ordine professionale.

Ecco le principali notizie contenute nel nostro TG Sanità.

Buona visione!


Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»