Dieci proposte al Governo, in 2mila per Generazione Italia VIDEO

Progetto promosso dalla Fondazione Cultura Democratica
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  – Scrivere 10 proposte di legge per l’innovazione del Paese da proporre direttamente al governo.

È l’obiettivo dei 2.000 under 35 che parteciperanno al progetto Generazione Italia, promosso dalla Fondazione Cultura Democratica, nel cui ambito verranno organizzati una serie di eventi di formazione politico-istituzionale e workshop destinati ai giovani che sono stati selezionati in base al merito nel settori tecnico-giuridico, politico-amministrativo e creativo-comunicativo.

Venerdì 7, all’Angelicum Congress Center, si è tenuto l’evento inaugurale a cui hanno partecipato, tra gli altri, Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, e David Sassoli, Vicepresidente del Parlamento Europeo.


“Oggi iniziamo a ragionare su che Italia, che Europa vogliamo, e a maggio faremo dei workshop per formulare proposte concrete da presentare alle istituzioni. Le giovani generazioni sono il più grande giacimento di energie e competenze del nostro Paese che è necessario valorizzare per restituire slancio al percorso di riforme italiano e al processo di integrazione europea” ha detto Federico Castorina, presidente della Fondazione Cultura Democratica.

“Nei gruppi di lavoro che abbiamo immaginato dopo la giornata di apertura sarà davvero interessante vedere cosa vorranno proporre i giovani”, ha detto il senatore Mauro del Barba, che alla platea ha parlato di innovazione nell’economia, per creare un modello di sviluppo sostenibile “che eviti i problemi ambientali e sociali che l’attuale modello sta creando con riferimento alle società benefit, un’innovazione legislativa di cui il nostro paese si è recentemente dotato è che dopo un anno di collaudo merita una revisione”.

LE STORIE DI INNOVAZIONE

All’evento di lancio dell’iniziativa sono intervenuti anche alcuni esponenti di aziende italiane e internazionali quali Hewlett-Packard, Alibaba, Google, Airbnb, Aizoon e Flixbus, per affrontare il tema dell’innovazione nei diversi settori strategici delle politiche pubbliche, come smart cities, economia, mobilità e sicurezza.

“Per innovare ci vuole visione e pianificazione- ha detto Rodrigo Cipriani Foresio, Managing Director di Alibaba Italia- la storia di Alibaba nasce da un fondatore visionario, Jack Ma. Come sempre i visionari vanno oltre, contro tutto e contro tutti soprattutto nella fase iniziale, vedono cose che gli altri non vedono. Ma oltre a questo ci vuole costanza e programmazione. Questo mi sembra il contesto giusto- ha detto- per venire a raccontare una case history incredibile di una azienda che ha conquistato il mondo in meno di 17 anni”.

“Siamo convinti che questo sia soltanto l’inizio di un percorso destinato a crescere rapidamente in termini sia quantitativi che qualitativi – ha commentato Tommaso Giacchetti, direttore generale di Cultura Democratica- perché intercetta un desiderio di partecipazione basato sul confronto costruttivo e di selezione della futura classe dirigente fondato sul merito e sulle competenze”.

“L’Europa e piena di opportunità e abbiamo bisogno di lavorare su innovazione, ricerca, è sull’integrazione dei processi di ricerca europei”, ha dichiarato il vicepresidente del Parlamento Europeo, David Sassoli, che ha chiuso la giornata.

“Sappiamo che i programmi europei sono tanti- ha concluso- bisogna imparare ad usarli. L’Europa utile richiede dimestichezza e purtroppo in Italia spesso si hanno grandi difficoltà, ecco perché puntare sui giovani e sulla loro voglia di essere cittadini europei”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»