NEWS:

Profughi ucraini giunti nel Foggiano dopo 28 ore di viaggio, tra loro anche 6 bambini

Nel gruppo, arrivato dalla regione del Donbas a Troia, ci sono 2 uomini, uno di 78 anni, 6 bambini, 42 donne, un gatto e un coniglio

Pubblicato:10-03-2022 12:17
Ultimo aggiornamento:10-03-2022 14:32
Autore:

FacebookLinkedIn

BARI – “Ho lasciato la mia famiglia in diverse regioni dell’Ucraina, sotto le bombe e nei bunker. Era tremendo. Ed è tremendo sapere che ci sono persone che vorrebbero fuggire ma non possono farlo perché i russi continuano a bombardare. È tutto troppo brutto”. È la testimonianza di una delle donne ucraine arrivate dalla regione del Donbas a Troia, in provincia di Foggia grazie a un mezzo noleggiato dalla amministrazione comunale. Nel gruppo ci sono 2 uomini, uno di 78 anni, 6 bambini (uno ha appena due anni), 42 donne, un gatto e un coniglio. Il viaggio è durato 28 ore e ad accompagnare i profughi è stato il consigliere comunale Urbano di Pierro. “Siamo stati fermi 12 ore alla frontiera – ha detto – i rifugiati hanno avuto problemi burocratici e sono stati lasciati a due chilometri dal confine polacco che hanno percorso a piedi”.

Di Pierro ha specificato che si tratta di “famiglie divise. Ho visto bambini che facevano coraggio alle mamme perché queste ultime ormai hanno gli sguardi distrutti. Sono molto stanche, vengono da giorni e giorni di guerra”. Il gruppo per cinque giorni saranno ospitati nell’ex convento San Domenico mentre chi potrà raggiungerà parenti e amici in Italia. “È una fila umana che non finisce mai. Abbiamo scoperto – ha concluso Di Pierro – che i supermercati sono stati adibiti a dormitori, c’è gente che dorme ovunque, non riuscivo a trattenere le lacrime”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it