Nardella: “Le misure vanno rinforzate, ok interventi sul weekend”

dario nardella
Il sindaco di Firenze commenta le possibili restrizioni a livello nazionale: "Dobbiamo essere bravi a prevenire il virus, non inseguirlo"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FIRENZE – “Intervenire sui weekend può essere una misura. Dobbiamo essere bravi a non inseguire il virus, ma a prevenirlo, quindi capire la dinamica del contagio e intervenire tempestivamente informando i cittadini”. Lo sottolinea il sindaco di Firenze, Dario Nardella, intervenendo a Rai News 24. Le misure anti Covid “al momento sono abbastanza efficaci, ma possono essere rinforzate, soprattutto se vogliamo, come io credo, preservare la scuola”. Prima delle chiusura delle classi, infatti, “ci sono molte altre limitazioni da applicare”. E qui il primo cittadino torna sull’ordinanza “che firmerò oggi stesso, dopo il Cosp”, con cui stopperà la vendita, l’asporto e il consumo di alcol dalle 16 al coprifuoco il venerdì, il sabato e la domenica.

Resta alta, infine, la pressione sugli ospedali del capoluogo regionale: “Il contagio cresce in modo preoccupante nelle province limitrofe e gli ospedali dell’area fiorentina, che giustamente devono accogliere pazienti un po’ da tutta la Toscana centrale, sono molto sotto pressione”. Per i pazienti Covid “siamo vicini ad occupare quasi la metà dei circa 1.800 posti letto disponibili” in città.

LEGGI ANCHE: Giani: “Lockdown totale? Toscana disponibile a fare tutto quel che serve”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»