L’italianità per i nostri imprenditori? Una questione di prezzo

La vendita del treno Italo agli americani fotografa bene il valore dei nostri imprenditori. Di fronte alla possibilità
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

La vendita del treno Italo agli americani fotografa bene il valore dei nostri imprenditori. Di fronte alla possibilità di quotarlo in borsa, di trovare capitali per farlo rimanere italiano, o di venderlo subito agli americani, i nostri imprenditori non hanno avuto esitazione: meglio la grana, subito. E chissenefrega dell’italianità e dei tanti blablabla sulla vendita dei nostri ‘gioielli’ agli stranieri.  Meglio far cassa, mettere il bottino al sicuro, magari all’estero pure questo, non si sa mai.  E danno veramente fastidio le parole pronunciate, il giorno dopo aver preso i soldi, di qualche imprenditore sul ‘sarebbe stato meglio andare in borsa’. Ecco almeno questa ipocrisia potrebbero usarla solo nei loro salotti. Comunque, ancora una volta abbiamo la dimostrazione che i nostri ‘capitani coraggiosi’ di coraggio molte volte ne hanno poco, e quando sembra esserci e solo perché sono solo pronti e sicuri di poterselo rivendere. E’ la legge del capitalista? Ok, però almeno non dateci lezioni sull’italianità.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»