Il futuro dell’auto elettrica parte da Milano

Lunedì convegno con Cobat
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Il futuro delle auto elettriche è oggi e, in Italia, parte da Milano.

Lunedì prossimo, infatti, il capoluogo lombardo ospiterà, presso il Luogo Ideale Spazio Eventi di Iper a Piazza Portello, una serie di seminari di approfondimento sulla mobilità sostenibile con un focus specifico sulle ultime regole per l’ingresso nel centro della città.

L’incontro di Milano – che vede la partnership di Cobat, Enel, A2A e Class Onlus – è la naturale prosecuzione del percorso iniziato nel 2016 con la sottoscrizione della ‘Carta di Arese’, un documento di intenti sulla mobilità sostenibile proposto dai quattro sperimentatori della rete di ricarica (Enel, A2A, Hera e Class Onlus) e attualmente al vaglio del Governo, che costituisce un ponte verso gli Stati Generali della Mobilità Elettrica previsti per il 19 e 20 maggio 2017.

I TEMI

Tanti gli argomenti affrontati. Innanzitutto il nuovo regolamento dell’Area C di Milano, che prevede che saranno solo i veicoli elettrici a non pagare il ticket d’ingresso all’interno della cosiddetta “cerchia dei Navigli”, così come dovranno essere elettrici i mezzi per il trasporto delle merci che potranno entrare dalle ore 8 alle ore 10. Ma anche, sempre a Milano, il bando che consentirà di dare vita al servizio sperimentale di gestione per tre anni delle 28 Isole digitali per la ricarica dei quadricicli elettrici e delle 32 colonnine di ricarica elettrica con l’obiettivo nel biennio 2017 e 2018 di passare dagli attuali 60 punti per 344 posti a 315 punti di ricarica per 854 postazioni. Si parlerà anche della pubblicazione del decreto di recepimento della direttiva Europea Afid, che completa la normativa prevista del Pnire e fissa dei criteri obbligatori per l’installazione di sistemi di ricarica collegata alla mobilità sostenibile. Infine, spazio alle agevolazioni, convenzioni e contributi diretti alla mobilità elettrica.

I RELATORI

Di alto livello i relatori dei seminari. Oltre al Comune di Milano, con l’Assessore alla Mobilità Marco Granelli, è presente anche tutta la filiera dell’elettrico: da chi si occupa delle infrastrutture – Rse, Enel, A2A – a chi offre servizi – Fn Mobilità Sostenibile – a importanti case automobilistiche, come Nissan, per arrivare a chi, come Cobat – Consorzio nazionale raccolta e riciclo, si occupa di recuperare e riciclare tutte le componenti delle auto elettriche, rendendo doppiamente puliti i veicoli a emissioni zero. Al Seminario di approfondimento sulla mobilità elettrica e nuovo regolamento ‘Area C’ (Luogo Ideale Spazio Eventi – Iper la Grande I Piazza Portello, Milano 14.00-16.00) parteciperanno Marco Granelli – Assessore alla Mobilità del Comune di Milano; Nicola Lanzetta – Responsabile Mercato Italia di Enel; Lorenzo Giussani – Responsabile Strategia e Innovazione di A2A; Giancarlo Morandi – Presidente di Cobat – Consorzio Nazionale Raccolta e Riciclo; Paolo Matteucci – Direttore della Electric Vehicle Business Unit di Nissan Italia; Elena Colombo – Dirigente dell’Assessorato all’Ambiente della Regione Lombardia; Luca Pascucci – Amministratore Delegato di FN Mobilità Sostenibile. Al Seminario informativo di approfondimento sugli incentivi e agevolazioni (16.15-17.45 ) ci saranno invece Silvana Di Matteo – Dirigente dell’Assessorato ai Trasporti della Regione Lombardia; Anna Fraccaroli – Funzionaria dell’Assessorato all’Ambiente della Regione Lombardia; Giuseppe Mauri – Funzionario di R.S.E.; Antonio Fierro – Presidente della cooperativa Insieme/Class Onlus.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»