Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Amazon a Fara Sabina, il debutto in autunno

La cittadina laziale a 30 chilometri da Roma è pronta ad accogliere la seconda grande sede logistica nazionale, dopo quella di Castel San Giovanni in Emilia Romagna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FARA SABINA (Rieti) – Era stata annunciata come la posa della prima pietra. Invece quando i rappresentanti delle Istituzioni sono arrivati a Fara Sabina hanno trovato il nuovo centro di distribuzione Amazon già strutturalmente realizzato. Con la notizia della prossima inaugurazione in autunno.

Dunque la piccola cittadina laziale a 30 chilometri da Roma è pronta ad accogliere la seconda grande sede logistica nazionale, dopo quella di Castel San Giovanni in Emilia Romagna, del gigante della distribuzione americano.

Oggi a testimoniarlo sono arrivati il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, e il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, accolti nel cantiere dal vicepresidente Operations Europe di Amazon, Roy Perticucci, e il vicepresidente Country manager Francois Nuyts.

Il centro logistico di Amazon, una volta concluso ed operativo, si estenderà su 60.000 metri quadrati e darà lavoro a circa 1.200 persone. Si trova su una leggera altura a pochi chilometri da Fara Sabina ed è gia oggi raggiungibile con una nuova strada a doppia carreggiata realizzata nei mesi scorsi.

L’investimento della multinazionale americana è stato di 150 milioni per questa sede, ma tocca 450 considerando l’altro centro logistico emiliano in provincia di Piacenza e i tre depositi di smistamento di Avigliana (TO), Origgio (VA) e Rogoredo (MI).

“In 6 anni Amazon è cresciuta in Italia grazie ad un team fantastico- ha spiegato Nuyts- Abbiamo aggiunto servizi e le famiglie italiane hanno risposto. Per questo abbiamo accelerato gli investimenti e le assunzioni. Quello di Fara Sabina è un passaggio chiave che consentirà servizi tempestivi a sempre più clienti e consegne più veloci nel centro e sud Italia. Con un progetto esempio di trasparenza collaborativa con le Istituzioni”.

“La Regione è competitiva- ha detto invece Zingaretti- è una buona notizia che un grande player internazionale di livello mondiale torni ad investire nel nostro territorio e che abbia scelto la nostra regione tra le altre. Siamo soddisfatti perché se si decide di investire in Italia lo si fa sempre con la paura per la grandissima frammentazione dei livelli burocratici. Invece in questo caos noi abbiamo fatto di tutto e abbiamo lavorato per offrire a chi ha avuto l’intenzione di investire qui di non ritrovarsi tanti interlocutori ma una comunità che non perde le sue prerogative e la sua unità ma risponde con l’obiettivo di superare quelle lentezze e incomprensioni burocratiche”. “In questo- ha aggiunto- dobbiamo continuare in quel processo di rivitalizzazione del processo produttivo e sociale in corso, quindi proseguire con le politiche dello sviluppo e con una banditura intelligente per i fondi europei. Senza scordare le infrastrutture su strada e ferro”.

Soddisfatto anche Delrio che guardando il centro Amazon già in piedi ha esordito con una battuta: “È la prima volta che vengo ad inaugurare la posa di una prima pietra così grande… Così facciamo tutto molto velocemente”.

Il ministro ha poi ricordato che “un investitore che decide di venire in Italia è un segno di fiducia. Dimostriamo che il taglio delle tasse alle imprese non lo abbiamo voluto perché siamo amici dei multimiliardari ma perché così le imprese crescono e ci sono poi possibilità di lavoro. La riduzione degli oneri fiscali alle imprese può dare benefici in termini occupazionali. Inoltre questo centro spiega bene quanto sia importante per il Paese la logistica. L’Italia perde in termini di competitività delle imprese e del sistema Paese circa 40-50 miliardi l’anno. Una cifra che vale più di tante manovre. Se avessimo l’efficienza logistica della Germania potremmo recuperare 34 miliardi”.

elice della prossima apertura di Amazon, infine, anche il sindaco di Fara Sabina, Davide Basilicata. “Il futuro di Fara in Sabina è già cambiato- ha detto- È stato un lungo percorso che sta diventando un sogno. Non è stato facile ed ora bisogna cogliere i frutti di questa operazione e le opportunità con spirito positivo, a partire da quella dell’occupazione”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»