Scuola. Giannini: “90mila assunzioni con concorso e piano straordinario”

Un risultato importante "su cui il governo si era impegnato", commenta il ministro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
S. Giannini
S. Giannini

ROMA – I bandi di concorso che stiamo per licenziare “prevedono l’assuzione di 63.712 docenti per la scuola dell’infanzia per la primaria e secondaria di primo e secondo grado e per la scuola di sostegno. Con questo piano assunzione saranno coperti tutti i posti vacanti”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, nel corso dell’audizione oggi in Commissione al Senato.

“Questo numero- ha aggiunto il ministro- è stato determinato secondo alcuni criteri, tra cui l’effettiva necessità di insegnanti nei vari territori anche per quel che riguarda i posti per i docenti di sostegno“.

In totale, il piano straordinario e la procedura concorsuale porterà a una stima di oltre “90mila insegnanti assunti“. Un risultato importante “su cui il governo si era impegnato”.

Il concorso – che sarà riservato ai docenti abilitati – avrà le seguenti caratteristiche: “Una lezione e una prova scritta con 8 quesiti, che richiederanno competenze di carattere didattico più che contenutistico. Quaranta saranno i punti per le prove orali e 20 per lo scritto. Il candidato- conclude Giannini- supererà la prova con un punteggio uguale o superiore ai 28 punti“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»