Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Delegazione del Wwf incontra il Papa: gratitudine per l’Enciclica ‘Laudato sì’

Questa mattina una delegazione internazionale del Wwf
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

papa francesco

Questa mattina una delegazione internazionale del Wwf ha potuto assistere all’Udienza generale di Papa Francesco ed è stata accolta, al termine dell’evento, nella riservata cerimonia del Baciamano. E’ la prima volta che la Presidente del Wwf Internazionale, Yolanda Kakabadse, ha l’onore di incontrare il Santo Padre. Al suo fianco, in questa straordinaria occasione, la Presidente del Wwf Italia, Donatella Bianchi e il Presidente di Wwf USA, Carter Roberts.

“E’ stata una grande emozione incontrare il Papa: a Lui ho potuto esprimere, anche a nome del Wwf, la mia gratitudine per l’Enciclica grazie alla quale ha chiamato il mondo all’azione per la custodia della nostra Casa Comune- ha dichiarato Yolanda Kakabadse- In parallelo anche le altre religioni si sono espresse, Cattolici, Cristiani, Musulmani e certamente sono state ispirate tutte le persone di buona volontà che desiderano costruire legami tra individui, comunità, economie e governi. Il risultato eccezionale dell’Accordo ottenuto alla COP21 sul clima ne è un perfetto esempio. Ci auguriamo che questa ispirazione prosegua creando altre opportunità per la cooperazione, la solidarietà e l’azione”.

Il Wwf crede che l’Enciclica “Laudato Sì, mettendo in connessione povertà, sovrasfruttamento e distruzione ambientale, fornisca una chiamata morale senza precedenti al mondo intero perché agisca per conto delle generazioni future evitando la crescita delle disparità sociali e il devastante cambiamento climatico. Il messaggio di Papa Francesco ha aggiunto un approccio morale al dibattito del clima, che è sempre più un problema morale e etico. Yolanda Kakabadse ha aggiunto “Molte religioni considerano l’uomo come il custode del mondo naturale. E in questo senso, prendersi cura dell’ambiente è un dovere morale. Il Wwf, come organizzazione ambientalista, è spinta dal medesimo impulso di avere un pianeta in cui gli esseri umani possano vivere in armonia, sia tra loro sia con la natura, con equità e solidarietà. L’espressione di solidarietà arrivata dai rappresentanti di altre fedi- la Chiesa Cattolica, la fede Indu, il Giudaismo e la Chiesa Luterana- fornisce un bel messaggio su come l’unità e la cooperazione siano necessarie per superare sfide così impegnative quali il cambiamento climatico globale”.

L’incontro di questa mattina ha avuto un significato particolare anche per il Ww Italia che proprio quest’anno compie 50 anni di attività nel nostro Paese: l’incontro con il Santo Padre ha, infatti, inaugurato una lunga serie di eventi previsti dall’Associazione per festeggiare il suo anniversario.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»