Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Società Partecipate. Venerdì 12 febbraio seminario con Ass. Bartolini

PERUGIA –Sarà Antonio Bartolini, assessore regionale alle riforme ad aprire
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

consiglio_regionale_umbriaPERUGIA –Sarà Antonio Bartolini, assessore regionale alle riforme ad aprire i lavori del seminario “Il Testo Unico in materia di società a partecipazione pubblica” che si terrà venerdì 12 febbraio a Villa Umbra. Il docente della giornata, organizzata dalla Scuola di Amministrazione Pubblica, sarà Roberto Camporesi, dottore commercialista, revisore legale, consulente di società di public utilities ed enti pubblici.

   Durante il corso si tracceranno i nuovi istituti del Testo Unico di attuazione dell’art. 18 del decreto Madia in attesa della approvazione definitiva da parte del Governo, dopo i pareri di legge.

   Tra i principali argomenti, i principi dell’art. 18 della Legge Madia; i rapporti con il Testo Unico sui servizi pubblici locali di interesse economico generale; definizione e tipologia di società a partecipazione pubblica: principi per la legittima costituzione e mantenimento della società da parte degli enti locali; la nuova governance; la gestione del personale; società in house e società miste: novità ed il nuovo piano di razionalizzazione delle società partecipate: regime transitorio e regime ordinario.

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»