Aereo precipitato, l’Iran risponde a Usa e Canada: “Non è stato colpito da un missile”

Da Teheran arriva una dura risposta alle accuse: "Non è stato un missile, questo è certo". E parte la sfida: "Tirino fuori le prove"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Una cosa è certa: questo aereo non è stato colpito da un missile“. L’Iran risponde alle accuse degli Stati Uniti sull’aereo Boeing 737 che è precipitato mercoledì mattina in Iran causando la morte di 176 persone. Ieri, da Usa prima e da Canada poi, sono arrivate dure accuse che puntavano il dito contro Teheran sostenendo che l’aereo fosse stato abbattuto per errore da un missile, in una mattinata convulsa di tensioni dopo il lancio dei razzi iraniani contro le basi americane in Iraq  successivo all’uccisione in Iraq del generale iraniano Qassem Soleimani.

A parlare dell’ipotesi missile è stata per prima l’emittente statunitense Cbs, che ha citato funzionari dell’intelligence americana. Poi in serata sono arrivate le dichiarazioni del premier canadese Justin Trudeau affermando che “secondo numerose fonti di intelligence” sarebbe stato l’Iran ad abbattere l’aereo ucraino con un missile. Il Canada conta 63 vittime.

Oggi il capo dell’Aviazione civile iraniana, Ali Abedzadehn, durante una conferenza stampa tenuta a Teheran sulle cause del disastro ha spiegato che è certo non si sia trattato di un missile e aggiunto che il pilota del Boeing aveva chiesto di fare ritorno in aeroporto prima dello schianto. Poi ha lanciato una ‘sfida’ a Usa e Canada: “Svelino” le prove che hanno del contrario

LEGGI ANCHE: Gli Usa contro Teheran per l’aereo ucraino precipitato in Iran: abbattuto per errore

Anche il portavoce del governo di Teheran, Ali Rabiei, si è scagliato contro le accuse arrivate da oltreoceano. Ha parlato di “una grande bugia” e aggiunto: “Nessuno si assumerà la responsabilità di una così grande menzogna una volta che si saprà che si tratta di una tesi disonesta”. L’Iran, che ha avviato le indagini, ha invitato Ucraina e Boeing a partecipare.

LEGGI ANCHE: Precipita aereo ucraino partito da Teheran, oltre 170 morti. Le scatole nere non verranno consegnate agli Usa

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

10 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»