Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Il 10 gennaio su Rai 1 continua il viaggio con Alberto Angela nelle “Meraviglie” d’Italia

ROMA - Dopo un esordio da record che ha fatto registrare 5 milioni e 662 mila telespettatori (il 23.8% di
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dopo un esordio da record che ha fatto registrare 5 milioni e 662 mila telespettatori (il 23.8% di share) Alberto Angela prosegue il suo viaggio nei luoghi più belli d’Italia. Andrà in onda il 10 gennaio su Rai 1 alle 21.25 la seconda puntata di “Meraviglie”.

Meraviglie, prima puntata

Nel corso della prima puntata Alberto Angela è stato capace di catturare il pubblico in tre tappe: una al Nord, una al Centro e una al Sud. Abbiamo così scoperto di più sul Cenacolo di Leonardo Da Vinci, su Siena (patrimonio dell’umanità) e sulla maestosa Valle dei Templi di Agrigento.

Meraviglie, seconda puntata

Ad accompagnare il telespettatore nei più bei siti Unesco italiani durante la seconda puntata di “Meraviglie” sarà sempre Angela che su Facebook ha ringraziato il pubblico e ha anticipato quali saranno i luoghi che verranno mostrati.  Di nuovo un viaggio in tre tappe, che permetterà di visitare la regione delle Langhe piemontesi, tra il Castello di Grinzane Cavour e la tenuta di Fontanafredda, per giungere ad Assisi, sede della famosa basilica dedicata a San Francesco decorata dagli splendidi affreschi di Giotto. Infine la meravigliosa Reggia di Caserta,uno dei gioielli del nostro patrimonio.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»