Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Gentiloni a Hollande: “Europa senza futuro se ossessionata da regole di bilancio”

Il presidente Hollande ribadisce la necessità di "una difesa comune europea"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print


ROMA – “Dobbiamo spendere a livello europeo la nostra visione comune. Francia e Italia sono impegnati a rilanciare l’Unione in uno dei momenti piu’ difficili“. Lo dice Paolo Gentiloni, all’Eliseo, dopo l’incontro con il presidente francese Francois Hollande. “I capitoli piu’ importanti– specifica Gentiloni- sono innanzitutto quelli della crescita e del lavoro. Non esiste un futuro all’altezza della sua tradizione per una Ue che sia ossessionata dalla regole di bilancio e non concentrata su crescita e lavoro”.

A fine marzo a Roma- continua- sara’ una grande opportunita’ per celebrare quello che abbiamo raggiunto, per uscire dalla guerra e dalla guerra fredda. Ma sara’ anche una grande opportunita’ per paralare del futuro dell’Europa e sono certo che due grandi paesi fondatori come la Francia e l’Italia faranno la loro parte”, aggiunge Gentiloni.

2017 PUO’ ESSERE ANNO DELLA SCONFITTA MILITARE DI DAESH

“Il 2017- aggiunge Gentiloni- può essere l’anno della sconfitta militare di Daesh. I nostri Paesi sono impegnati nella lotta contro il terrorismo, uniti dalla consapevolezza che la vittoria militare non sarà sufficiente se non sarà accompagnata da una vittoria sul piano culturale e sociale, dall’affermazione dei nostri valori e dal nostro modo di vivere”.

Torna sul tema del terrorismo anche Francois Hollande, che sottolinea la necessità di “coordinare meglio i servizi di intelligence” e “garantire anche un aumento e una migliore qualità delle nostre capacità di difesa”. Questa, aggiunge il presidente francese, è “una sfida essenziale: c’è bisogno di garantire una difesa europea“.

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»