Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Terremoto, in Mugello “danni ingenti” ad alcuni negozi e ristoranti

Lo rende noto Confesercenti Firenze, che, come Cna, chiede una deroga per i pagamenti di dicembre e lsospensione delle rate dei mutui bancari per le imprese danneggiate
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FIRENZE – “Da una rapida verifica effettuata attraverso i nostri referenti, compresi i presidenti dei centri commerciali naturali del territorio”, dopo il terremoto “risulterebbero danni abbastanza ingenti ad alcune attività commerciali e di ristorazione, principalmente a Barberino di Mugello“. E’ quanto afferma, in una nota, Confesercenti Firenze che, come avanzato da Cna, aggiunge: “Chiediamo alle autorità competenti di valutare la possibilità di una deroga del pagamento delle scadenze fiscali del prossimo 16 dicembre e la sospensione delle rate dei mutui bancari per le imprese danneggiate”.

LEGGI ANCHE: Paura nel Mugello, terremoto di magnitudo 4,5: nella notte registrate 70 scosse

Proprio a Barberino, si spiega, è stata stabilita “una ‘zona rossa’ e quindi evacuata una parte abbastanza consistente del centro storico”. Confesercenti “è naturalmente vicina alle imprese ed attività del Mugello in questo momento particolarmente difficile e delicato, anche e soprattutto per chi vive del proprio lavoro quotidiano, e si mette a disposizione attraverso la propria sede di Borgo San Lorenzo per qualsiasi richiesta informazioni, sostegno, consulenza.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»